Home Enduro A Spoleto la tappa decisiva per il Campionato Italiano Major 2019

A Spoleto la tappa decisiva per il Campionato Italiano Major 2019

17

Spoleto, con la sua imponente Rocca Albornoziana, che domina la città, ed il maestoso Ponte delle Torri, è pronta ad accogliere domenica 15 settembre il quinto ed ultimo atto del campionato italiano Major 2019. Dopo aver affrontato le impegnative prove di Villanova d’Albenga, Fanna, Farini e Piediluco, e dopo essersi cimentati con la polvere, il caldo, sotto la pioggia, tra il fango, i piloti del tricolore Major sono chiamati all’ultimo round che assegnerà i titoli nazionali di questa stagione.

Le Prove Speciali preparate ad hoc dal Motoclub Spoleto, organizzatore della tappa italiana del Mondiale EnduroGP 2020, saranno decisive per conoscere i nuovi campioni italiani; due soltanto le categorie che già hanno conosciuto il loro vincitore nella precedente tappa di Piediluco. Manuele Bana e Marco Petracca hanno infatti archiviato il loro 2019 a luglio, conquistando il titolo con una prova di anticipo rispettivamente nella Master 250 4t e Veteran 4t.

Nelle restanti classi i giochi sono ancora aperti con i primi classificati con conducono il campionato con un discreto margine di vantaggio; a Spoleto i leaders saranno chiamati a affrontare una gara di testa, dove non saranno permessi errori. Stefano Nigelli (Master 250), Matteo Zecchin (Master 300), Damiano Incaini (Master 450), Luca Loss (Expert 250), Francesco Sibelli (Expert 300), Luca Politanò (Expert 250 4t), Carmelo Mazzoleni (Expert 450), Gianpiero Granocchia (Veteran 2t), Lucio Chiavini (UltraVeteran 2t), Fabio Benetti (Ultra Veteran 4t), Luca Gandolfo (Super Veteran 2t, nella foto), Fabrizio Hriaz (Super Veteran 4t) e Roberto Rota (Top Class) sono pronti a difendere il loro primato e a conquistare l’ambita medaglia d’oro in una lunga e delicata prova che scatterà ufficialmente domenica mattina alle ore 8.30 da Piazza D’Armi. Una volta lasciata l’area di partenza, i conduttori raggiungeranno prima l’Enduro Test, disegnato in una bellissima zona collinare con diversi passaggi nel sottobosco, e poi il Cross Test, tracciato su una serie di sentieri e single track, con alcuni tratti in un torrente, passando per il C.O. di assistenza esterno situato in località Pincano. Il rientro al Paddock di Spoleto determinerà la fine del giro.

Leggi anche altri articoli su Enduro o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer


Federazione Motociclistica Italiana