Home Enduro Appuntamento nelle Langhe per la terza prova stagionale di Maxienduro e Scrambler

Appuntamento nelle Langhe per la terza prova stagionale di Maxienduro e Scrambler

36

Si svolgerà domenica 21 luglio a Roddi d’Alba, in provincia di Cuneo, la terza delle cinque prove del Trofeo Maxienduro e Scrambler FMI. Gara di casa per il piemontese Roberto Fantaguzzi, leader della classifica provvisoria.

Partirà domenica mattina alle 10 nei pressi del castello di Roddi, sede del museo del tartufo bianco d’Alba, la terza gara del trofeo tricolore dedicato alle maxi tassellate, alle scrambler ed alle moto speciali. Ad organizzare l’evento sarà il Moto Club 100 Torri, che per l’occasione ha studiato un percorso di circa 25 km che toccherà i paesi di Roddi, Verduno, La Morra, Serralunga d’Alba e Grinzane Cavour, sviluppato tra vigneti famosi per la produzione di vini DOC e DOCG ed i generosi noccioleti tipici di queste terre. A breve distanza dal paddock sarà allestita la prova speciale: un bel fettucciato ampio e divertente che i concorrenti affronteranno al termine di ciascuno dei tre giri previsti.

Attesi i protagonisti delle due prove fino ad ora disputate, primo fra tutti il pilota di casa Roberto Fantaguzzi (Montesa), leader della classifica assoluta e della classe Scrambler Light grazie alle due vittorie conquistate nella gara di apertura a Roma e nel secondo appuntamento di Spoleto. Lo inseguono nella assoluta Nicola Di Piero su KTM, a sua volta capofila tra le maxienduro bicilindriche, e Roberto Bianchini di FXAction, anche lui su Montesa, che è posizionato al terzo posto della assoluta ed al secondo della Scrambler Light.

Nella nutrita classe bicilindirca maxienduro, oltre la già citato leader Di Piero, è attesa la sfida tra i più assidui partecipanti del trofeo, quale il veneto Mauro Ballardin, che con la sua BMW 1000 occupa il secondo posto della categoria a 10 punti dal leader, e Andrea Montanari, terzo di classe con la Africa Twin 750 vecchio stile.
Non mancherà a Roddi la pattuglia ufficiale Fantic, con il trofeo Caballero che vedrà schierati come consuetudine tutti i modelli della efficace e divertente monocilindrica scrambler, dalla 125 alla più potente 500.

Come prevede il regolamento del trofeo saranno ammessi alla gara i titolari di licenza sportiva in sella a Scrambler Light (fino a 400cc), Scrambler Heavy (over 400cc), maxienduro mono, maxienduro bicilindriche, special, scooter di ogni genere, nonché, nella categoria ospiti, i piloti in sella a moto non comprese in queste categorie con l’esclusione delle enduro specialistiche.

È possibile anche la partecipazione con formula turistica: i titolari di tessera Member FMI provvisti di certificazione medica per la pratica dell’attività sportiva non agonistica potranno prendere il via nella classe Tassello Sport, che prevede una classifica finale basata su prove di abilità. Classe Tassello Tour, invece, e nessuna classifica finale ma grande divertimento comunque, per i titolari di sola tessera Member senza visita medica.

Le operazioni preliminari si svolgeranno presso gli impianti sportivi di Roddi dalle 7:30 alle 9:30 di domenica. Alle ore 10 è prevista la partenza: tre i giri della gara, per un totale di 75 chilometri con tre transiti nel fettucciato ed altrettanti passaggi nella prova di abilità. Al termine della manifestazione, in attesa delle premiazioni, il motoclub 100 Torri ha previsto una merenda-sinoira, ovvero la versione piemontese antesignana del brunch, che offrirà la possibilità di degustare in maniera allegra e conviviale alcune specialità gastronomiche della zona, incluso un assaggio di vini bianchi e rossi. Appuntamento da non mancare, quindi, per una domenica di appassionante sfida tassellata e buoni sapori!

Leggi anche altri articoli su Enduro o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer


Federazione Motociclistica Italiana