Home Enduro Assoluti Enduro. A Pontremoli vince McCanney davanti a Holcombe e Freeman

Assoluti Enduro. A Pontremoli vince McCanney davanti a Holcombe e Freeman

19

Gli stranieri hanno letteralmente dominato la quarta prova degli Assoluti d’Italia di Enduro andati in scena domenica 14 aprile a Pontremoli (MS). Daniel McCanney (TM Factory) e Steve Holcombe (Beta Factory) hanno catturato la scena della terza tappa di campionato innescando un duello mozzafiato che ha visto il portacolori della TM Factory vincitore dopo quattro giri e tredici prove speciali affrontante sul connazionale Holcombe. Il pilota Beta, non particolarmente affine con il terreno toscano, ha faticato nella seconda parte di gara in cui diverse cadute lo hanno pian piano allontanato dalla prima posizione. Brad Freeman ha completato il podio tutto inglese di questa giornata grazie ad un’ultima perfetta prova speciale che gli ha permesso di strappare la medaglia di bronzo ad un eccezionale Thomas Oldrati (Honda Redmoto) per soli 5 secondi, fino a quel momento terzo miglior pilota assoluto di gara.

È stata una gara davvero impegnativa per i 184 atleti al via che hanno affrontato per quattro volte (tre per la Coppa Italia) le tre prove speciali allestite dal Motoclub Pontremoli. Il weekend di gara si è aperto ufficialmente però sabato, con lo spettacolare prologo situato nel cuore di Pontremoli. Disegnato in un avvallamento naturale, la prova estrema ha accolto i riders dalle ore 18.00; partendo dalla Coppa Italia, i piloti sono entrati in prova speciale uno alla volta in base al Ranking, dal maggiore al minore. Gli ostacoli posizionati dai ragazzi del Motoclub Pontremoli sono stati affrontati in maniera aggressiva dai partecipanti, che hanno regalato alla folla gremita attorno alla prova sia passaggi tecnici che cadute spettacolari. Thomas Oldrati è stato il miglior pilota del prologo con un tempo record di due minuti netti. Il tutto si è svolto con il terreno asciutto ma la pioggia non si è fatta attendere; non appena terminato il prologo ed effettuate le premiazioni, un violento acquazzone si è riversato nella zona, cambiando così i connotati della gara della domenica.

Domenica il meteo fortunatamente è stato favorevole, a differenza delle previsioni che mettevano pioggia per tutto il giorno. Le condizioni del terreno sono state comunque pesanti, a causa anche di un temporale notturno, con il fango vero protagonista. Proprio a causa di queste caratteristiche, la direzione gara ha apportato dei tagli sia sul percorso che nelle prove speciali ed applicato la tabella B.

Oltre all’Assoluta, lo spettacolo non è mancato neanche nelle singole classi. Nella 125 lotta tra Tommaso Montanari (KTM TNT Corse) e Claudio Spanu (Husqvarna Osellini), con il ternano primo a fine giornata per 18 secondi; nella 250 2t Gianluca Martini (Beta) ha dominato la scena vincendo con oltre tre minuti di vantaggio nonostante lo stato febbrile. Gara cauta per Maurizio Micheluz (Husqvarna), che a Pontremoli ha raccolto punti importanti per il campionato. Nella 300 vittoria per Deny Philippaerts (Beta Boano), reduce da un infortunio al piede nella scorsa tappa. La 250 4t è andata a Thomas Oldrati che supera così Matteo Cavallo (Sherco CH Racing), in difficoltà in questo terreno, nella classifica a punti. Battaglia entusiasmante nella 450 con Alex Salvini (Honda Redmoto) e Giacomo Redondi (Husqvarna) che hanno concluso la prova separati da soli due secondi. Andrea Verona (TM Factory) e Matteo Pavoni (Beta Boano) si sono imposti letteralmente nelle classi Junior e Youth rifilando diversi minuti di distacco ai rispettivi avversari. Tra i motoclub ha vinto il Sebino, mentre nei Team Indipendenti il primo gradino del podio è stato occupato dal Team Diligenti.

Passando alla Coppa FMI, la 2t è andata a Riccardo Fabris (KTM TNT Corse) e la 4t a Giorgio Berri (KTM).
Nella Coppa Italia si sono visti due grandi protagonisti; la Lady Raissa Terranova e il cinquantino Niccolò Paolucci che hanno affrontato con grinta le prove speciali concludendo questa gara davvero tosta. Paolucci, per questo risultato, è stato premiato con un speciale treno di gomme dal responsabile marketing di Metzeler Massimiliano Damiani.
Nel fangoso Airoh Cross Test ha vinto il quarto round del trofeo Daniel McCanney, mentre il miglior pilota tra i passaggi tecnici dell’estrema X-CUP Motocross Marketing – Galfer è stato Thomas Oldrati. Nei giovani del Trofeo Enduro Action è stato nuovamente Andrea Verona il più veloce.
Stop per un mese e mezzo adesso per gli Assoluti d’Italia e Coppa FMI/Coppa Italia di Enduro. Appuntamento il 1° e 2 giugno a Sant’Angelo in Vado (PU) per la quinta e sesta prova.

Leggi anche altri articoli su Enduro o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer


Federazione Motociclistica Italiana