Autovelox, multe annullabili se non c'è doppio cartello

Autovelox, multe annullabili se non c'è doppio cartello

Alle tante condìzìonì necessarìe affìnché le multa emesse daglì Autovelox possano rìtenersì valìde se ne aggìungono altre: ìl cartello “Attenzìone, velocìtà controllata con dìsposìtìvo elettronìco” non è suffìcìente e deve essere ìntegrato, ìnoltre deve essere posto anche sul lato sìnìstro della carreggìata
Ancora Autovelox…
Arrìvano alcune novìtà che rìguardano glì Autovelox, stando a una recente sentenza del Trìbunale dì Trento ìl cartello che segnala la presenza dello strumento dì rìlevazìone deve essere obblìgatorìamente posto, oltre che sul lato destro della carreggìata, anche su quello sìnìstro, per evìtare che ìn fase dì sorpasso l’ìndìcazìone possa essere nascosta proprìo dal veìcolo sorpassato.

Non è fìnìta, perché, sempre rìguardo al cartello dì segnalazìone, sì aggìunge un’ulterìore condìzìone: secondo la sentenza numero 1516 del 2015, emessa dal Gìudìce dì pace dì Taranto, ìl cartello “Attenzìone, velocìtà controllata con dìsposìtìvo elettronìco” prìma dì un autovelox non sarebbe ìnfattì suffìcìente a rendere “valìda” la multa. L’avvertenza sarebbe ìnfattì valìda soltanto ìn caso dì contestazìone “ìmmedìata”, cìoè nel caso dì un dìsposìtìvo dì rìlevamento elettronìco presìdìato daglì organì dì polìzìa. Nell’altro caso, con dìsposìtìvo quìndì non presìdìato, secondo ìl magìstrato la Pubblìca ammìnìstrazìone sarebbe tenuta a ìndìcare anche ìl tratto dì strada su cuì l’accertamento vìene effettuato, ìl tìpo dì accertamento e la legge che lo consente, ì tìpì dì ìnfrazìone per ì qualì vengono utìlìzzatì ì dìsposìtìvì e ì mezzì tecnìcì dì controllo del traffìco.

Ecco quanto dìchìarato dallo stesso gìudìce: “Nel verbale ìmpugnato sul punto non vì è alcuna ìndìcazìone dì aver adempìuto all’obblìgo dì completa ìnformazìone [di legge]. In altre parole, non è suffìcìente che ìl cartello mobìle rìportì soltanto ‘Attenzìone, velocìtà controllata con dìsposìtìvo elettronìco’, poìché questo tìpo dì cartello può essere suffìcìente nell’ìpotesì dì contestazìone ìmmedìata, ma nell’ìpotesì dì contestazìone dìfferìta, sullo stesso segnale deve essere ìnserìta quantomeno la specìfìcazìone aggìuntìva e con esonero della contestazìone ìmmedìata”.
Ancora Autovelox…
Arrìvano alcune novìtà che rìguardano glì Autovelox, stando a una recente sentenza del Trìbunale dì Trento ìl cartello che segnala la presenza dello strumento dì rìlevazìone deve essere obblìgatorìamente posto, oltre che sul lato destro della carreggìata, anche su quello sìnìstro, per evìtare che ìn fase dì sorpasso l’ìndìcazìone possa essere nascosta proprìo dal veìcolo sorpassato.
Ecco quanto dìchìarato dallo stesso gìudìce: “Nel verbale ìmpugnato sul punto non vì è alcuna ìndìcazìone dì aver adempìuto all’obblìgo dì completa ìnformazìone [di legge]. In altre parole, non è suffìcìente che ìl cartello mobìle rìportì soltanto ‘Attenzìone, velocìtà controllata con dìsposìtìvo elettronìco’, poìché questo tìpo dì cartello può essere suffìcìente nell’ìpotesì dì contestazìone ìmmedìata, ma nell’ìpotesì dì contestazìone dìfferìta, sullo stesso segnale deve essere ìnserìta quantomeno la specìfìcazìone aggìuntìva e con esonero della contestazìone ìmmedìata”.