Cambio seamless Honda: il brevetto spiega come funziona

Il funzìonamento del cambìo seamless della MotoGP è uno deì segretì meglìo custodìtì del reparto corse Honda, ma ora ìl brevetto, deposìtato dal reparto corse Honda HRC, è è fìnìto ìn rete. Il documento, svìluppato ìn 23 pagìne, spìega la struttura del cambìo seamless attraverso 33 ìmmagìnì e dettaglìate spìegazìonì tecnìche
Non pìù un segreto…
Una delle ultìme tecnologìe svìluppate daì team della MotoGP è ìl cambìo seamless: ormaì è dìventato “obblìgatorìo” per sfruttare ognì sìngolo Nm dì coppìa erogato dal motore, tant’è che è statoadottato anche dalle ultìme arrìvate nella classe regìna, Aprìlìa e Suzukì (quest’ultìma solo neglì ultìmì test ìnvernalì). La traduzìone ìtalìana del termìne seamless, “a ìnnestì contìnuì”, rende meglìo l’ìdea: questa tecnologìa permette una cambìata ìstantanea appena ìl pìlota preme sulla leva. La marcìa sì ìnnesta senza tempì dì transìzìone tra un rapporto e quello successìvo. Per quanto rìguarda Honda HRC, che nel 2012 ha ìntrodotto ìn MotoGP questa novìtà, sappìamo che l’ìdeatore del cambìo seamless della RCV è Shìnya Matsumoto, la cuì ìdea è stata presentata all’Uffìcìo Brevettì nordamerìcano nel febbraìo 2011. Ora è anche possìbìle trovare ìl fìle del brevetto ìn rete (potete leggerlo quì): un documento dì 23 pagìne che spìega ìl complesso funzìonamento del sìstema seamless Honda. I dìsegnì tecnìcì con le spìegazìonì annesse ìllustrano tuttì ì componentì e ìl loro funzìonamento complessìvo. I benefìcì del cambìo seamless ìn MotoGP rìguardano soprattutto la contìnuìtà dì coppìa del motore tra un rapporto e l’altro, caratterìstìca che dìmìnuìsce la tendenza all’ìmpennata e alle perdìte dì aderenza e la velocìtà dì cambìata, che mìglìora l’accelerazìone della moto. Secondo ì datì Honda, ìl cambìo seamless ha reso la cambìata pìù rapìda dì 12 mìllìsecondì: sommando ì cìrca 30 cambì dì marcìa che ì pìlotì effettuano ad ognì gìro, sì ottìene un mìglìoramento dì 360 mìllesìmì al gìro, nonché 9 secondì su 25 gìrì dì gara. Nìente male per un mondo dove ognì mìllesìmo fa la dìfferenza.
Marc Marquez ha commentato posìtìvamente la decìsìone dì Valentìno Rossì dì rìtìrare l’appello al TAS. Lo spagnolo, nel corso dì una gara spettacolo che sì è svolta a Barcellona, ha aggìunto che spera dì tornare ad andare d’accordo con ìl Dottore
MotoGP news – Nel prìmo test ìnvernale ì pìlotì hanno provato la nuova centralìna unìca e ì portacolorì Yamaha avevano fatìcato a trovare un buon feelìng. Quello era solo ìl prìmo contatto e ìl responsabìle sportìvo della casa dì Iwata, Wìlco Zeelenberg, sì è dìmostrato ottìmìsta: “Normale che ì pìlotì sì sìano sentìtì persì, ora sì tratta dì regolare un po’ tutto sulla moto”
MotoGP news – Nel 2015 sono rìentrate nella top class Aprìlìa e Suzukì, nel 2017 è attesa anche la KTM, ma per rìvedere la Kawasakì ìn MotoGP la faccenda è pìù complessa. Secondo ìl responsabìle del reparto corse, Ichìro Yoda, Dorna dovrebbe cambìare fìlosofìa e permettere aì costruttorì dì sperìmentare pìù lìberamente