Cross d’Epoca. Oltre 200 iscritti a Gazzane di Preseglie!


Prosegue a gonfie vele il cammino del campionato italiano motocross Epoca 2020. Dopo il gran numero di piloti iscritti registrato nella prima gara a Bellinzago Novarese, anche la seconda tappa, in programma l’8 e 9 agosto a Gazzane di Preseglie (BS), accoglierà oltre 200 partecipanti. Un risultato che supera le più rosee aspettative della vigilia.

La storica pista del Galaello, tra le più belle e impegnative d’Italia, sarà preparata dal gruppo sportivo Galaello per consentire alle moto che hanno scritto alcune delle pagine più belle del motocross del secolo scorso di esprimersi al meglio.

Dopo le manche di Bellinzago, le 19 categorie individuate dalla FMI per suddividere moto e piloti nella maniera più equa possibile vedono questi nomi in testa alla classifica: A1 Massimo Trollo (BSA – Gaerne), A2 Flavio Soldà (CCM – Chimax Lonigo), A3 Marco Graziani (Maico – Intimiano), B1 Francesco Filipponi (Aspes – Rt 973), B2 Fiorello Sberze (Maico – Intimiano), C Walter Chiappa (Maico – Gorlese), D1 Simone Vigini (Maico – Modena), D2 Vincenzo Lombardo (Honda – Vikinghi dell’Etna), D3 Franco Ulivi (Kawasaki – Adventures), G1 Marco Volpe (Suzuki – Pedemontano), G2 Nicola Tramaglino (Honda – Mx Garda Lake), E1 Alessandro Orbati (Villa – Am Aretina), E2 Gianni Gismondi (Tgm – Lion Montegranaro), E3 Emanuele Carosi (Honda – Scintilla), E4 Franco Ulivi (Honda – Adventures), E5 Alberto Ferrari (Suzuki – Bellinzago), F1 Claudio Rabito (Aspes – Brogliano), F2 Roberto Meroli (Aprilia – Berbenno), gruppo 4 Gianluca Gallingani (Villa – Sport Uisp Carpi).

A causa delle restrizioni dovute alla pandemia di Covid-19, anche la gara di Gazzane di Preseglie non sarà aperta al pubblico, ma FXAction Group realizzerà uno speciale con le immagini più belle dell’azione in pista e delle moto esposte al paddock, per consentire a tutti gli appassionati di godere (sebbene solo virtualmente) dello straordinario fascino del circus del campionato Epoca. Un campionato che ormai si attesta con pieno diritto tra i più frequentati dell’intero panorama offroad italiano.