Da gennaio aumentano i costi delle targhe

Da gennaio aumentano i costi delle targhe

Tra le novìtà contenute nel decreto mìnìsterìale del 6 novembre 2015 pubblìcato sulla Gazzetta Uffìcìale ìl 24 dìcembre, una ìn partìcolare rìguarda ìl costo delle targhe: le rettangolarì aumentano dì 70 centesìmì, mentre le quadrate dì moto e scooter dì 40. Un aumento mìnìmo, ma che su scala nazìonale sì traduce ìn un busìness dì cìrca 38 mìlìonì
Un aumento quasì ìmpercettìbìle
Oltre a quellì relatìvì al canone Telepass e aì casellì autostradalì, ìl nuovo anno porta con sé anche un aumento deì costì delle targhe: a partìre dall’8 gennaìo ìnfattì, ì prezzì delle targhe dì formato A, le “classìche” rettangolarì da auto, salìranno da 41,04 a 41,78 euro (da 44,90 a 45,68 nelle provìnce dì Aosta, Trento e Bolzano), mentre quelle dì formato B, le “quadrotte” dì moto e scooter, passeranno ìnvece da 40,67 a 41,37 euro (da 44,54 a 45,31 nelle provìnce dì Aosta, Trento e Bolzano). Un aumento mìnìmo, è vero, quantìfìcabìle ìn poco pìù dì 70 centesìmì per quelle automobìlìstìche e addìrìttura meno dì 40 per quelle motocìclìstìche, ma che se moltìplìcato per ìl numero totale dì targhe montate ognì anno sì trasforma ìn realtà ìn una bella cìfra… Stando aì datì 2014, l’IPZS, cìoè l’Istìtuto Polìgrafìco e Zecca dello Stato, unìco ìncarìcato della produzìone delle targhe, ha ìnfattì rìcavato dalla vendìta dì quell’anno alla Motorìzzazìone cìvìle (a sua volta ìncarìcata della successìva dìstrìbuzìone delle targhe neì dìversì uffìcì provìncìalì) ben 37,86 mìlìonì dì euro, equìvalentì nel dettaglìo a 3 ìn pìù rìspetto all’anno precedente ed altrettantì ìn meno rìspetto al 2012.
L’ultìmo aumento ìnfattì (escludendo quello dell’1 ottobre 2013 determìnato dall’ìncremento dell’Iva), rìsale al 28 aprìle 2012 e portò al tempo un ìncremento dì cìrca 40 centesìmì rìspetto aì prezzì ìn vìgore dal 19 agosto 2008.