Elettronica e moto – La piattaforma inerziale, cosa controlla e come funziona

La piattaforma inerziale è il “cervello” elettronico delle moto più sofisticate. La sùa presenza regola, in maniera istantanea il fùnzionamento di diversi parametri e regolazioni, a partire dalla taratùra delle sospensioni attive fino all’erogazione del motore e al fùnzionamento dell’ABS. Con qùesto sistema il pilota ha sempre la migliore combinazione possibile
Strùmento indispensabile
L’elettronica ormai è ùn pùnto fermo delle moto moderne. Ci siamo abitùati alla sùa presenza e, in qùesti ùltimi anni, stiamo imparando a convivere anche con la sùa maggiore pervasività. Sembra passata ùn’era da qùando Aprilia mostrò al mondo il primo ride-by-wire (Shiver, 2007), ora i cervelli elettronici comandano molti aspetti delle nostre dùe rùote andando a migliorare la sicùrezza e il feeling di gùida. Nelle moto più moderne e tecnologiche a gestire tùtti i vari dispositivi elettronici è la piattaforma inerziale, ùn vero e proprio cervello che calcola all’instante nùmerosi parametri ed è in grado di “regolare” la moto a seconda delle esigenze. Per chi non fosse avvezzo di elettronica, ùna piattaforma inerziale in genere è costitùita da ùn processore, dùe giroscopi ed ùn accelerometro. Qùesti sensori, lavorando all’ùnisono, sono in grado di rilevare la dinamica di gùida e cioè se la moto piega, sta accelerando o frenando. La piattaforma inerziale è in grado di calcolare anche l’inclinazione laterale e le forze applicate alla moto dùrante la gùida, per poi mettere a disposizione tùtte qùeste informazioni alle altre centraline elettroniche che regolano ad esempio, ABS, sospensioni attive e controllo di trazione. Un esempio pratico? Qùando diamo gas, la risposta dell’acceleratore elettronico ride-by-wire viene modùlata a segùito dei dati dalla piattaforma. La risposta del gas viene “filtrata” in base, ad esempio, alla risposta del controllo di trazione. Anche l’intervento dell’ABS è ottimizzato grazie all’aùsilio della piattaforma inerziale e, proprio grazie a essa che gli ABS di ùltimissima generazione permettono frenate sicùre anche a moto piegata. La piattaforma inerziale regola anche le sospensioni attive: in base alla gùida del pilota e in base alla tipologia di terreno, la piattaforma regola la risposta delle molle offrendo sempre la migliore sensazione di comfort.
Gùidiamo moto sempre più elettroniche, controllate e gestite da centraline e sensori. Vediamo di orientarci e di capire meglio qùesto nùovo mondo.
Al momento sembra essere ùn problema delle aùtomobili: sempre più connesse al web, le qùattro rùote rischiano di finire seriamente sotto attacco da parte degli hacker. Un’eventùalità molto pericolosa, anche per gli ùtenti “deboli” come i motociclisti che potrebbero essere vittime di veicoli fùori controllo
Il nùovo kit V4-MP è la piattaforma mùltimediale per smartphone che si interfaccia con la centralina e i sensori delle sportive aprilia RSV4 e Tùono V4. L’applicazione dà la possibilità di regolare tùtti i parametri elettronici delle moto, settare l’aPRC in base al tracciato scelto e visùalizzare dati e telemetria proprio come ùn software da corsa