Home Enduro Fantaguzzi è campione assoluto del Trofeo Maxienduro e Scrambler 2019. L’ospite Valentini...

Fantaguzzi è campione assoluto del Trofeo Maxienduro e Scrambler 2019. L’ospite Valentini vince l’ultima gara.

31

Tutto come da pronostico, o quasi, per l’ultima prova del Trofeo Maxienduro e Scrambler andata in scena in provincia di Cremona ad opera del Moto Club Chieve: la sfida numero cinque della stagione tricolore era determinante per l’assegnazione di tutti i titoli di classe del trofeo. I risultati finali erano di facile previsione visto il vantaggio su cui contavano quasi tutti i dominatori di ciascuna classifica, ma la matematica lasciava ancora aperta qualche opzione e la partita stagionale si è chiusa solo al termine dell’ultimo transito in prova speciale.

Ad andare doppiamente a segno dopo i quattro passaggi nella lunga prova speciale fettucciata è stato, come si attendeva, Roberto Fantaguzzi (Montesa – MC 100 Torri), che si è presentato alla gara cremonese a punteggio pieno grazie ad una sequenza mai interrotta di vittorie sia nella classe Scrambler Light sia nella classifica assoluta. Pur potendo contare su un consistente vantaggio di 14 punti sui più diretti inseguitori in entrambe le classifiche, il pilota piemontese non si è affatto risparmiato ed ha chiuso la prima prova speciale con il miglior tempo assoluto, infilando poi gli altri tre transiti al secondo posto dietro l’ospite Pierluigi Valentini (MC Pegaso) che guidava la sua performante KTM 790.

Sul podio d’onore dietro al velocissimo Valentini (che non ha preso punti per il trofeo in quanto ospite), “Fantaroby” Fantaguzzi ha festeggiato così una stagione superlativa, costruita con cinque successi su cinque gare disputate; niente da fare in questo caso per il suo più diretto inseguitore Nicola “Traverso” Di Piero (KTM MC Mariotti Loreto), che ha chiuso la gara di Chieve alle sue spalle salendo così sul gradino d’onore stagionale.

La medaglia d’oro FMI non è sfuggita comunque a Di Piero, che a sua volta si è imposto autorevolmente nella classe Maxienduro Biciclindrica grazie ad una stagione tutta all’attacco e senza sbavature che gli ha consegnato il titolo a punteggio pieno. Alle sue spalle nella classifica finale di classe il tenace veneto Mauro Ballardin (BMW – MC La Marca Trevigiana), che in questa gara ha chiuso al quinto posto. Terzo in gara ed in classifica finale Andrea Montanari (MC Winter Bikes) sulla Africa Twin 750. Sul podio delle enduro twin dell’appuntamento di Chieve si è inserito al secondo posto Enrico Carlotti (KTM 1190 – MC Bobbio), debuttante nel trofeo.

Capovolgimento di classifica nella Maxienduro Monocilindriche, dove Irene Cicognani (Yamaha XT600 – MC Winter Bikes) è andata dritta alla conquista del titolo, sopravanzando il leader provvisorio Oreste Ticozzelli non presente al via causa altri impegni agonistici.

Conferma invece nella classe Scrambler Heavy, dove Gian Luca Gonnelli (Fantic Caballero – MC White Blue Team), ha conquistato il titolo chiudendo la gara dietro al veloce Davide Mandotti (Fantic Caballero – MC AMC 93) vincitore di classe qui a Chieve e quarto assoluto; a completare il podio di quest’ultimo appuntamento è stato Stefano Scapin (Fantic Caballero – MC Ardosa). Nella classifica finale del trofeo delle scrambler 500, Scapin è secondo e Mandotti terzo.

Nella Scrambler Light del dominatore Fantaguzzi il secondo posto in gara è andato a Matteo Papini (Vervemoto 125 – MC Yashica), debuttante nel trofeo; terzo Roberto Bianchini (Montesa – MC Perla del Tirreno Versilia). Nella classifica finale Roberto Bianchini mantiene il posto d’onore precedendo Francesco Bernardi (Fantic Motor – MC Parma), quarto a Chieve.

Chiude la stagione con il conosciuto brio il vincitore della classe special Alessio Morganti (MC Vernio), che anche in questa gara stupisce ed entusiasma con la sua tassellata Harley-Davidson 883 condotta abilmente tra speciale fettucciata e guadi.

Leggi anche altri articoli su Enduro o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer


Federazione Motociclistica Italiana