Home Motocross FIM Awards 2019. Premiati piloti e progetti italiani

FIM Awards 2019. Premiati piloti e progetti italiani

48

Il Principato di Monaco ha ospitato la Cerimonia dei FIM Awards 2019, svoltasi presso il Complesso Sporting Monte Carlo alla presenza di quasi 600 ospiti tra cui i rappresentanti di 111 Federazioni Nazionali, i Campioni del Mondo di quest’anno, leggende del motociclismo, membri della FIM, promotori dei campionati, rappresentanti di Case, team e sponsor. A rappresentare la Federazione Motociclistica Italiana, erano presenti il Presidente Giovanni Copioli, il Segretario Generale Alberto Rinaldelli e il Consigliere Alessandro Maccioni.

Durante la cerimonia, gli iridati 2019 di tutte le discipline sono saliti sul palco per essere premiati con le medaglie d’oro della FIM. Molto rappresentato il motociclismo italiano visti i successi stagionali di Lorenzo Dalla Porta (Campione del Mondo Moto3), Andrea Verona (Campione del Mondo Enduro Junior), Mattia Guadagnini (Campione del Mondo Motocross 125 cc) e del più giovane atleta della serata, il quattordicenne Valerio Lata (Campione del Mondo 85 cc).

L’evento, oltre a celebrare il coraggio e le imprese dei campioni del mondo FIM, è stato anche un momento per riconoscere il lavoro svolto da individui e organizzazioni che continuano a impegnarsi instancabilmente a beneficio del motociclismo. La FMI è stata protagonista con il premio “FIM for the Future” vinto dal Progetto Hobby Sport – Primi Passi della FMI e ritirato dal Consigliere Federale Alessandro Maccioni. Italia rappresentata anche dal progetto MissBiker, che ha vinto il il premio FIM Women in Motorcycling ritirato da Laura Cavalli. Nella giornata di sabato 30 novembre, a margine dell’Assemblea Generale FIM, il premio mototuristico World Touring Challenge è stato conferito a Roberto Natali.

 “Quella di domenica è stata una serata meravigliosa – ha dichiarato il Presidente della FIM Jorge Viegas -. Vedere tutti i campioni del mondo insieme ai promotori e alla famiglia FIM è sempre molto speciale”.

 “La Cerimonia dei FIM Awards è stata un evento entusiasmante – ha detto il Presidente FMI Giovanni Copioliperché siamo stati protagonisti a  livello sportivo, grazie ai piloti azzurri, e non solo. Sono particolarmente orgoglioso sia dei nostri atleti sia del fatto che riusciamo a distinguerci in progetti rivolti ai giovani. Credo che la cultura delle due ruote si trasmetta da una parte attraverso l’eco dei grandi risultati sportivi, dall’altra avvicinando le persone con iniziative sul territorio, come i progetti Hobby Sport e Primi Passi. E’ una grande soddisfazione vedere il nostro impegno riconosciuto a livello internazionale ma, allo stesso tempo, deve essere uno stimolo per proseguire nel lavoro quotidiano volto a diffondere la pratica del motociclismo”.

Leggi anche altri articoli su Motocross o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer