Gajser, Renaux e Razzini i Campioni degli Internazionali MX 2020


Si è chiusa a Mantova, con il pubblico delle grandi occasioni sugli spalti del crossodromo “Tazio Nuvolari”, l’edizione 2020 degli Internazionali di Motocross, la serie che ha aperto le gare di motocross in Europa. Tim Gajser (HRC Honda MX1), Maxime Renaux (SM Action Yamaha MX2) e Pietro Razzini (Fiamme Oro Husqvarna 125cc) sono i nuovi Campioni.

Supercampione – Nella gara che mette in palio ben 110.000€ di montepremi, vittoria per Mitchell Evans (HRC Honda MX1): l’australiano, scattato al via alle spalle del compagno di squadra Gajser, ha attaccato la tabella rossa della MX1 e l’ha sorpassato nel corso del nono giro, prendendo la testa della gara e mantenendola fino al traguardo. Secondo sotto la bandiera a scacchi Gajser che precede Tony Cairoli (KTM RedBull Factory Racing), terzo per tutta la gara. In Campionato Gajser si conferma leader con 20 punti sul compagno, mentre Arminas Jasikonis (Husqvarna Rockstar Energy Factory Racing) chiude la serie al terzo posto.

MX1 – Grande spettacolo nella prima gara dell’anno che ha visto contrapposti Tim Gajser e Tony Cairoli. Al via i due scattano davanti a tutti e curvano insieme, con lo sloveno che prende il comando ed un piccolo margine sul siciliano che lo segue con un ottimo ritmo. Nel finale Gajser allunga su Cairoli che taglia il traguardo secondo, mentre terzo termina un battagliero Ivo Monticelli (KTM Standing Construct), che rimonta dal settimo posto del primo giro. In campionato vittoria per Gajser che precede in classifica il compagno Evans e Arminas Jasikonis, autore di una caduta in gara.

MX2 – Gara davvero intensa, con Andrea Adamo (Yamaha SM Action Migliori) che sorprende tutti al via e cerca la fuga, braccato da Caleb Grothues (Suzuki RT973 MX School) e Nicholas Lapucci (KTM Steel Dr. Jack). Ma è da dietro che Mattia Guadagnini (Husqvarna Maddii Racing) crea un capolavoro, rimontando dopo una partenza non delle migliori, scalando quasi 10 posizioni, fino a prendere il comando della manche nel corso del settimo giro, mantenendolo fino al traguardo, che taglia davanti ad Adamo e Stephen Rubini (Honda Assomotor), che battaglia con il connazionale Renaux fino al traguardo, dando vita ad un duello spettacolare. In campionato Renaux vince precedendo Guadagnini di trenta lunghezze, con Adamo terzo.

125 – E’ Andrea Roncoli (Husqvarna) il vincitore del terzo round della 125; il pilota piemontese si aggiudica gara uno e termina terzo in gara due, risultato che gli regala l’assoluta davanti a Pietro Razzini (Husqvarna) e Rasmus Pedersen (KTM), vincitore della seconda frazione. Razzini vince il campionato della ottavo di litro, precedendo in classifica Roncoli e Pedersen, con Andrea Bonacorsi (Fantic Racing) quarto in campionato e in gara.