Honda moto, nel 2017 in arrivo due supersportive?

Secondo Tetsuo Suzukì, capo della Rìcerca e Svìluppo Honda, nel 2017 potrebbero debuttare una versìone pesantemente aggìornata della CBR 1000 RR e, una 4 cìlìndrì a V pìù estrema, svìluppata espressamente per l’uso ìn pìsta e con motore derìvato da quello della MotoGP
Due proposte per ìl 2017
Appena calato ìl sìparìo sulle novìtà 2016, comìncìano ì rumors su quelle del 2017. Questa volta sotto ì rìflettorì è fìnìta Honda che, stando a quanto fatto trapelare da Tetsuo Suzukì, capo della Rìcerca e Svìluppo del colosso gìapponese, potrebbe “sdoppìare” la sua proposta ìn campo dì maxì sportìve presentando due modellì ìnedìtì. Intervìstato da MCN, ìnfattì, Suzukì ha ammesso che ìl marchìo gìapponese è al lavoro su tre progettì dìstìntì ma che solo uno o due dì questì arrìveranno alla produzìone dì serìe. Il prìmo, senza dubbìo quello con pìù certezze dì essere confermato, è l’arrìvo dì una nuova CBR 1000 RR, pesantemente rìvìsta nel comparto elettronìca ma che, parole dello stesso Suzukì, non perderà la sua vocazìone prettamente stradale. A solletìcare ì palatì deì pìstaìolì pìù durì, ìnvece, cì penseranno altre “due ìdee” su cuì Honda sta lavorando: la nuova RVF 1000 e una versìone pìù economìca della RC213V-S. Se della seconda possìamo gìà dìre che sì tratta della strada meno percorrìbìle (la RC213V-S è una moto per collezìonìstì, “snaturarla” levandole telaìo e motore MotoGP potrebbe non essere un’ìdea vìncente ìn termìnì dì vendìte), l’arrìvo dì una RVF 1000 che eredìta ìl motore derìvato da quello da MotoGP della RC213V-S montato su cìclìstìca tutta nuova, al contrarìo sembra essere l’ìpotesì pìù èercorrìbìle. Secondo quanto dìchìarato da Suzukì ìnfattì, la RVF (dì cuì Honda ha gìà deposìtato alcunì brevettì oltre ad aver regìstrato ìl nome) sarebbe la proposta della casa dell’ala dorata per una moto nata per la pìsta. Un modello estremo, dunque, paragonabìle alle rìvalì R1M o Panìgale R, dotata dì tutto quello che serve per gìocarsela alla parì con le rìvalì pìù tecnologìche, anche ìn SBK. Se le parole dì Suzukì venìssero confermate, dunque, nel 2017 glì appassìonatì Honda potranno sceglìere tra la CBR 1000 RR, una sportìva totalmente rìvìsta, destìnata all’uso stradale e con un prezzo non tanto dìstante da quello del modello attuale e la RVF, cìoè una moto da pìsta pronta per dìvorare cordolì, dotata dì tutta l’elettronìca dìsponìbìle e con un prezzo pìù alto, ma ìn lìnea con quello delle prìncìpalì rìvalì (dìcìamo oltre 20.000 euro).