Home Motorally Italiano Motorally. Botturi vince la prima sfida con Cerutti

Italiano Motorally. Botturi vince la prima sfida con Cerutti

81

Inizio di campionato con vittoria di giornata per Alessandro Botturi, già vincitore dell’Africa Eco race 2019, il quale a Massa Marittima (GR) ha portato sul gradino più alto del podio i colori del team Africa Dream Racing. Nel primo settore selettivo Jacopo Cerutti, nuovo componente del Team Solarys, ha realizzato la miglior prestazione, seguito con 12 secondi di scarto dal gigante di Lumezzane, Alessandro Botturi, sempre in sella alla sua fedelissima Yamaha. La terza posizione nel 1° settore selettivo è stata di Maurizio Gerini, miglior italiano alla Dakar 2019; a seguire, Leonardo Tonelli – portacolori CF Racing – quindi Mirco Gritti, Luigi Martelozzo, Paolo Lucci, Giovanni Gritti, Andrea Rocchi in sella a Sherco 250 e a completare la top ten ci ha pensato Matteo Curà.

Era di 23 chilometri il secondo settore selettivo, creato ad hoc dal Moto Club Massa Veternensis, che con cura maniacale ha reso il primo appuntamento tricolore con la disciplina della navigazione davvero spettacolare. La seconda prova di giornata è andata in scena nel primo pomeriggio con il seguente risultato: Alessandro Botturi, miglior pilota con un vantaggio di 13 secondi su il suo principale competitor Jacopo Cerutti e a seguire Marco Job.
A fine giornata il podio dell’assoluta era composto da: Alessandro Botturi, con un vantaggio di 0,99 secondi su Jacopo Cerutti, argento di giornata, mentre il gradino più basso del podio è andato a Leonardo Tonelli (CF Racing).

La classe 125 ha visto come miglior interprete Raul Budellini (Team Solarys) seguito da Andrea Cosentino e Andrea Gava. Nella competizione in rosa Simona Brenz Verca si è imposta sul volto nuovo della disciplina: Sara Lenzi. Molto combattuta la classe 250 che a fine giornata ha incoronato Andrea Rocchi (Boars Team), con l’ argento Omar Chiatti e il bronzo è andato a Carlo Cabini. La classe C-300 ha visto il podio comporsi da Marco Job (MRT), Michele Pradelli (Beta Dirt Racing) e Vanni Cominotto (Africa Dream Racing). Sicuramente la categoria più combattuta è stata la D classe 450 con Alessandro Botturi a siglare il miglior risultato seguito da Jacopo Cerutti e Maurizio Gerini. Leonardo Tonelli è stato il miglior pilota nella classe 600 davanti a Luigi Martelozzo e a Matteo Curà.

Niccolò Pietribiasi, portabandiera Red Moto e pilota ufficiale Soloenduro.it, ha conquistato il podio della categoria Marathon lasciando scivolare dietro di sé Gilberto Cantori e Fulvio Barbieri (team ProAl). Nella 1000 ha avuto ragione su tutti Pierluigi Valentini in sella a KTM mentre per la Sport gli applausi sono andati a Federico Macchion; per la categoria Veteran a fare il risultato di giornata ci ha pensato Mirko Goi. Tra i nuovi trofei di Campionato Italiano Motorally anche l’Ultra Veteran con Mauro Uslenghi a fare la differenza su tutti i competitors. Il trofeo SoloEnduro è stato di proprietà di Stefano Dogliotti.
Come da consuetudine la chiusura delle premiazioni è stata dedicata ai moto club con il Fast team “A” a fare da padrone mentre tra i Team indipendenti si è distinto l’Africa Dream Racing. Il prossimo appuntamento con la disciplina della navigazione sarà in Abruzzo, a Bussi sul Tirino (PE), con l’organizzazione del Moto Club Lo Sherpa.

Leggi anche altri articoli su Motorally o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer