Italiano Motorally. A Jacopo Cerutti il successo nella seconda prova
Tre i settori selettivi creati ad hoc dal Moto Club Graffignano per il secondo atto del tricolore Motorally, con un percorso totale di 154 chilometri. Ben 220 centauri, provenienti da tutta Italia, hanno colto la sfida e si sono calati nel territorio laziale con l’intento di staccare il miglior risultato personale. Grandi sfide tra i […]

Italiano Motorally. A Jacopo Cerutti il successo nella seconda prova

3 i settori selettivi creati ad hoc dal Moto Club Graffignano per il secondo atto del tricolore Motorally, con un percorso totale di 154 Km. Ben 220 centauri, provenienti da tutta Italia, hanno colto la sfida e si sono scesi nella zona laziale con l’intento di staccare il miglior risultato personale. Grandi sfide tra i migliori della disciplina, con Jacopo Cerutti a vincere la giornata nella graduatoria Assoluta relegando nei gradini più bassi del podio il compagno di squadra Tommaso Montanari e Leonardo Tonelli.

Il 1º settore selettivo, di 8 Km, ha dato ragione a Jacopo Cerutti seguito da Leonardo Tonelli e Tommaso Montanari mentre il resto della top ten si completava con Thomas Marini, Filippo Tullio, Paolo Degiacomi , Roberto Rossini, Maicol Alt, Giovanni Gritti e Mirko Goi. Sfortunatamente il secondo settore cronometrato e stato ridotto rendendo la prova molto corta, con Tommaso Montanari a siglare il tempo migliore seguito dal francese Jeremi Miroir e da Jacopo Cerutti; la quarta e la 5ª posizione sono state proprietà rispettivamente di Leonardo Tonelli e Andrea Gava. Il 3º settore selettivo di giornata contava 9 Km e il miglior pilota e stato anche ora il comense Jacopo Cerutti con un vantaggio rispettivamente di 19”94 e di 26”90 su Tommaso Montanari e Leonardo Tonelli. Di seguito, la classifica assoluta si completava con Filippo Tullio, Thomas Marini, Roberto Rossini, Giovanni Gritti, Nicolò Pietribiasi, Ivan Boezi, Maicol Alt e Carlo Cabini.

Nella classe A-50 a dominare e stato Francesco Longhi mentre nella classe femminile AF e stata Serena Ghione a portare le sue ruote tassellate sul gradino più alto del podio davanti a Simona Brenz Verca e Alessia Pozzo. Nella classe 125 Paolo Digiacomi e risultato imprendibile mentre Gilberto Cantori e Simone Calamari si sono accontentati dell’argento e del bronzo di giornata. I 3 migliori interpreti della classe 250 sono stati: Carlo Cabini, Eufrasio Anghileri e Glauco Ciarpaglini. Per la classe C-300 tutti gli onori e i meriti sono stati di proprietà di Filippo Tullio che ha imposto il suo passo davanti a Roberto Rossini e a Maicol Alt. La classe regina D-450 formava il podio con: Jacopo Cerutti, Leonardo Tonelli e Thomas Marini Beta Dirt Racing. Crescendo di cilindrata, per la classe E-600 il ruolo di protagonista e stato interpretato da Tommaso Montanari che ha staccato Ivan Boezi e Andrea Sassoli. La classe Marathon ha laureato con l’oro Giovanni Gritti, con l’argento Tiziano Internò e con il bronzo Andrea Pighetti. La classe G 1000 ha visto il podio costruirsi con Nicolò Pietribiasi, Alessandro Botturi e Francesco Catanese. Per le tabelle blu dedicate alla classe Sport il plauso va a Giacomo Zappoli seguito da Damiano Incaini e Riccardo Conti. Il Trofeo Under 23 e andato a Maicol Alt, il memoria Badiali a Mirko Goi mentre la classe Ultraveteran e stata artigliata da Gilberto Cantori. Il Yamaha Challenge categoria GPX ha visto il podio formarsi con Davide Righi, Rodolfo Russo e Iarno D’Orsogna mentre la classe Pro ha apprezzato Francesco Catanese come miglior mattatore seguito d Pierluigi Valentini e Alessandro Ruoso.

Il Fast Team ha realizzato il miglior risultato per i Moto Club mentre a dominare per i team indipendenti ci ha pensato il team Solarys. Il prossimo incontro con il roadbook sarà in Sardegna dal 6 all’8 maggio con la 1^ prova Blitz TT e con la 3^ e 4^ prova motorally.