Jacopo Cerutti padrone del 4° Rally d’Abruzzo
La sesta prova di Campionato Italiano Motorally è stata vinta da Jacopo Cerutti che si è imposto nell’unico settore selettivo di giornata di ben 108 chilometri, il più lungo mai realizzato nella penisola nella storia della disciplina, relegando dietro di sé un combattivo Leonardo Tonelli mentre a salire sul gradino più basso del podio della […]

Jacopo Cerutti padrone del 4° Rally d’Abruzzo

La sesta prova di Campionato Italiano Motorally e stata vinta da Jacopo Cerutti che si e imposto nell’unico settore selettivo di giornata di ben 108 Km, il più lungo mai realizzato nella penisola nella storia della disciplina, relegando dietro di sé un combattivo Leonardo Tonelli mentre a salire sul gradino più basso del podio della Classe Assoluta e stato Maurizio Gerini.

Ben 180 piloti hanno preso il via nel giorno di domenica dal centro paese. Il settore selettivo di 108 Km e stato diviso a sua volta in 2 segmenti di 63 e 44 Km, interrotti da un punto assistenza con 20 minuti di neutralizzazione per rifornimento, cambio road book e per ristorarsi velocemente. Una linea complessa che ha visto il ritiro di molti piloti e parecchi errori di navigazione pure da parte dei big.

La quarta posizione Assoluta di giornata e andata a Tommaso Montanari seguito da Andrea Mancini e Carlo Cabini mentre le ultime posizioni della top ten si completavano con Roberto Rossini, Alessandro Botturi, Matteo Drusiani ed Edorado Cavicchi.

Nella classe 50 a fare il tempo migliore e stato Francesco Longhi davanti a Edoardo Mana mentre la classe AF-Femminile ha dato ragione a Raffaella Cabini più veloce di Simone Branz Verca e Francesca Gasperi. Nell’8º di litro gli onori e i meriti sono andati a Jacopo Del Conte; il podio si completava con Gilberto Cantori e Paolo De Giacomi. La classe 250 ha visto come miglior mattatore Carlo Cabin mentre argento e bronzo sono andati rispettivamente a Filippo Pietri e ad Eufrasio Anghileri. Nella classe C-300 a laurearsi con l’oro e stato Roberto Rossini lasciando nei gradini più bassi del podio Andrea Rocchi e Maicol Alt.

La classe regina D-450 ha strizzato l’occhio a Jacopo Ceruti seguito da Leonardo Tonelli e Maurizio Gerini, mentre salendo di cilindrata ad imporsi nella E-600 e stato Tommaso Montanari centrando tutte le note con maggior velocità rispetto ad Andrea Mancini e Roberto Barbieri. La classe G 1000 ha fatto sedere in cattedra Alessandro Botturi mentre nel seguire il maestro si sono portati in 2^ e 3^ posizione Niccolò Pietribiasi e Paolo Pettinari. La classe Marathon ha consegnato l’oro nelle mani di Federico de Angelis, l’argento a Bernardo Magnini e il bronzo a Giovanni Gritti. Il Trofeo Under 23 ha premiato Maicol Alt, la classe Veteran ha incoronato Roberto Barbieri mentre la classe Ultraveteran e stata artigliata da Gilberto Cantori.

Il Yamaha Challenge categoria PRO ha dato ragione a Mirko de Felice mentre la categoria GPX ha consegnato l’oro a Iarno D’Orsogna. Il Fast Team ha incassato il miglior risultato per i moto club mentre a dominare per i team indipendenti ci ha pensato il team Solarys. Il prossimo incontro con il campionato Azzurro Motorally e con la seconda prova Blitz TT sarà a Pieve di Teco il prossimo 9-10-11 settembre per la regia organizzativa del moto club Alassio.