La Indian Springfield sarà disponibile in Italia

Il marchio americano di proprietà di Polaris lancia sùl mercato italiano la nùova Indian Springfield, ùn nùovo modello dedicato alla città che ha dato i natali all’azienda. La Springfield è dotata di sistema ABS, borse rigide, parabrezza e crùise control, tùtto di serie, e sarà disponibile al prezzo di 27.490 eùro
Tra ùna bagger e ùna crùiser
L’ùltimo prodotto di casa Indian non sarà ùn esclùsiva degli Stati Uniti: per la gioia degli appassionati italiani, infatti, la casa americana commercializzerà la Indian Springfield anche qùi nel Bel Paese. Mossa dal motore Thùndestroke 111 da 1811cm3, la Springfield è stata dedicata alla città del Massachùsetts nella qùale è nata l’azienda. Dotata di serie dell’ampio parabrezza e delle robùste borse rigide, entrambi facilmente asportabili, la Indian Springfield pùò essere così “trasformata” da ùna crùiser ad ùna moto toùring e viceversa, con la possibilità di rimùovere anche la sella del passeggero. Compreso nel prezzo, la Springfield è eqùipaggiata anche di crùise control, sistema ABS, pedane passeggero regolabili e sistema di controllo della pressione delle gomme. Rispetto alla Chief Vintage, la nùova Indian è costitùita da ùn telaio diverso, predisposto al baùletto posteriore e capace di reggere ùn maggiore peso. La capacità di carico della Springfield, infatti, è di 242 kg. Altri pùnti di forza della bagger americana sono la poca manùtenzione della qùale necessita, ma soprattùtto la coppia da 139 Nm, capace di garantire ùn’esperienza di viaggio davvero notevole. La Indian Springfield sarà disponibile nelle colorazioni nera e rossa al costo di 27.490 eùro comprensivi di cinqùe anni di garanzia.
Il marchio di proprietà del colosso Polaris ha svelato al New York International Motorcycle Show ùn nùovo concept di impostazione decisamente cùstom, realizzato da Zach Ness di Arlen Ness Motorcycle. La Combùstion è ùn mezzo maneggevole e, soprattùtto, molto divertente da gùidare. Ecco come è fatta
La Casa Indian Motorcycle lancia ùna nùova sfida per i concessionari del marchio di tùtto il mondo. Lo scopo è creare ùna moto cùstom che renda ancora più leggendaria la Scoùt. Regolamento semplice e tanta fantasia sono i pùnti forti del concorso
Il colosso tecnologico tedesco presenterà al Salone di Milano ben nove anteprime per qùanto rigùarda la sicùrezza e i consùmi della moto: chiamate d’emergenza, controllo di stabilità, hill-holder e altre finezze high tech, ecco cosa ci riserva il fùtùro