La Toscana vince il Trofeo delle Regioni Minicross thumbnail

La Toscana vince il Trofeo delle Regioni Minicross

Una manifestazione perfetta sotto ogni opinione, un successo decretato dai 123 concorrenti presenti e che venivano da ben 18 regioni d’Italia. Il tutto alla presenza del Presidente della Federazione Motociclistica Italiana Giovanni Copioli, del Coordinatore Nazionale Motocross Roberto Rustichelli e del Responsabile del Minicross Andrea Bartolini, soddisfatti dell’operato del gruppo di lavoro sceso in pista e del Motoclub Pellicorse, che a distanza di 5 anni dall’ultima edizione svoltasi proprio sul Santa Barbara nel 2016, si e rivelato ancora una volta impeccabile nella gestione del tracciato.

Roberto Rustichelli: “L’atmosfera del Trofeo delle Regioni e veramente unica. Questa formula che raccoglie i due trofei – MX e MX Junior – e alla seconda edizione e ci regala sempre un paddock coloratissimo, che ha richiesto pure una superficie adeguata per poter accogliere al la scelta migliore piloti e mezzi. Nonostante al Trofeo delle Regioni si tenda ad avere una pista accessibile a tutti, la competizione e sempre vivissima ed il merito e pure della struttura che ci ospita, sempre all’altezza di ogni situazione ed un percorso adeguato allo scopo della manifestazione”.

Andrea Bartolini: “E’ stata per me la prima esperienza al Trofeo delle Regioni, perché ai miei tempi non ho mai avuto l’onore di correrlo. E bello vedere tutte le regioni schierate in questa manifestazione, che sembra un vero e proprio Motocross delle Nazioni italiano. 18 regioni, dai piccoli Junior ai grandi della MX1. Veramente una bellissima festa. Molto interessante pure vista dal lato agonistico l’episodio che i bimbi dai 9 anni possano osservare i piloti più esperti in una pista così bella e lavorata, praticamente da Mondiale.”

Per quanto riguarda il Trofeo Minicross, intitolato al grande pilota Giampaolo Marinoni, scomparso dopo aver tagliato il traguardo della sua ultima Parigi-Dakar nel lontano 1986, il risultato e stato incerto fino alla seconda manche della domenica, ma alla fine ha primeggiato la regione di casa: la Toscana con le solide performance di Andrea Uccellini (Cadetti 65), Enea Alamanni e Fabrizio Orsi (Junior 85), Niccolò Mannini e Samuele Mecchi (Senior 85), i quali hanno dato l’apporto più consistente al successo della squadra, grazie ai loro risultati.

Entusiasta il presidente del Comitato Regionale Toscana Alessandro Roscelli: “Ringrazio innanzitutto i ragazzi che hanno contribuito a questo risultato e hanno dato il massimo. Come presidente non posso che essere soddisfatto di successo così prestigioso. Grazie ai genitori e a Stefano Milani che ha guidato il team ed insieme ai tecnici ha messo i piloti nelle condizioni di ottenere questa vittoria”.

La Toscana e seguita dalla Lombardia, che si classifica al secondo posto con Edoardo Riganti (Cadetti), Riccardo Pini (Junior) Francesco Zoriaco e Alessandro Lucchini (Senior) e dall’ Emilia Romagna al terzo posto con Mattia Giovanelli (Cadetti), Nicolò Alvisi (Junior) e Paolo Martorano (Senior).

Per la classe Cadetti in gara 1 la prima affermazione del mattatore di questa classe: Andrea Uccellini (Toscana), che ha regolato Edoardo Riganti (Lombardia) e Francesco Assini (Lombardia), sebbene al 4º posto Ivan Marcovicchio (Piemonte) e Riccardo Mescolini (Umbria). Con questa vittoria Andrea Uccellini proietta la Toscana al comando del giorno uno con 11 punti, sebbene la Lombardia segue con 12 punti ed il Veneto con 16.

In gara 2 Andrea Uccellini si ripete e sin dal primo giro andrà al comando della classifica, facendo sua l’holeshot Progrip e trascinando la Toscana intorno al successo, pure Edoardo Riganti collabora in maniera importante al risultato della sua regione, la Lombardia e difatti seconda, sebbene il terzo posto in gara appartiene ad un altro pilota Lombardo: Francesco Assini.

Rimangono invariati il 4º e 5º posto, rispettivamente ancora nelle mani di Ivan Marcovicchio e Riccardo Mescolini.

Nella categoria Junior vince la prima manche Riccardo Pini (Lombardia), che ha dominato dal primo all’ultimo giro, Nicolò Alvisi (Emilia Romagna) e scattato bene e ha conteso la vittoria a Pini fino all’ultimo giro. Luca Colonnelli (Lazio) in netta ripresa in questo finale di stagione conclude al terzo posto dopo una gara regolare, molto bene pure Achille Parodi (Liguria), che ha comprovato una buona velocità, che gli e valsa il 4º posto. Ottima la rimonta di David Cracco (Veneto), che e risalito fino al sesto posto fino a raggiungere Pietro Landolfi (Piemonte) 5º.

Nella seconda manche una caduta di gruppo rallenta parecchi piloti, ma scatta ad ogni modo velocissimo David Cracco, che fa sua l’holeshot Progrip, ma gia durante il primo giro arriva l’attacco di Riccardo Pini, che raggiunge la testa della corsa, non lasciando più spazio agli avversari e conquistando una sonora vittoria. Alvisi si dimostra ancora veloce e durante il sesto giro sferra l’attacco decisivo a Cracco, conquistando la seconda posizione. Al terzo posto percui Cracco, che precede Luca Colonnelli e Pietro Landolfi. L’importante doppietta di Riccardo Pini non basterà però alla Lombardia a conquistare la vittoria finale.

Gara 1 della categoria Senior vede lo scatto fulmineo di Niccolò Mannini (Toscana), che e subito seguito da Alessandro Gaspari (Veneto) e Michael Tocchio (Veneto). Gaspari inizia ad inanellare una serie di giri veloci tale da ricucire il distacco da Mannini e permettergli il sorpasso durante il 4º giro, andando a vincere con un buon margine. Mattia Barbieri (Liguria) nello stesso tempo e autore di una grandiosa rimonta, che gli permetterà in brevissimo tempo di guadagnare la 3ª posizione ed ingaggiare un bellissimo duello con Mannini, che però gli resiste per tutta la gara e che concluderà secondo. Quarta posizione alle spalle dei primi 3 per Paolo Martorano (Emilia Romagna) e 5ª per Francesco Bellei (Provincia di Trento).

In gara 2 e ancora Niccolò Mannini il più rapido allo start, conquistando notevolmete l’holeshot Progrip, al suo inseguimento si lancia subito Mattia Barbieri, che dopo poco prenderà il comando involandosi verso la vittoria. Gaspari partito male, inizia il suo recupero e giungerà secondo al traguardo, con alle sue spalle il sorprendente Giorgio Orlando (Liguria), Samuele Mecchi (Toscana) giunge 4º al traguardo dopo una impressionante rimonta, superando il compagno di squadra Mannini e contribuendo al successo della Toscana. La classifica finale ha visto la Toscana in prima posizione con 22 punti, la Lombardia in seconda con 26 punti e l’Emilia Romagna 3ª con 38 punti; seguono Piemonte e Veneto a quota 42 e 50 punti.

Come sempre pure questa edizioni del Trofeo delle regioni “Giampaolo Marinoni” si e rivelata una grande giornata di sport, alla fine della quale tutti felici si sono incontrati sopra e sotto al podio, con le divise delle proprie regioni.

HOLESHOT PROGRIP

Le Holeshot Progrip assegnate al via della seconda manche hanno visto vincitori: Andrea Uccellini (Cadetti 65), David Cracco (Junior 85) e Niccolò Mannini (Senior 85).