Minot vincitore assoluto della di Italiano Enduro Under 23/Senior
E’ stato Carlo Minot il pilota più veloce del primo weekend di Italiano Enduro Under23/Senior, svoltosi domenica 8 maggio a Caltanissetta. Un fine settimana caratterizzato dal maltempo, in cui il Motoclub Fuorigiri guidato dal Presidente Salvatore Sardo e tutto lo staff FMI sono stati costretti a stravolgere il programma di gara. Il risultato del grande […]

Minot vincitore assoluto della di Italiano Enduro Under 23/Senior

E’ stato Carlo Minot il pilota più veloce del 1º fine settimana di Italiano Enduro Under23/Senior, svoltosi domenica 8 maggio a Caltanissetta. Un weekend caratterizzato dal cattivo tempo, dove il Motoclub Fuorigiri guidato dal Presidente Salvatore Sardo e tutto lo staff FMI sono stati costretti a stravolgere il programma di gara. Il risultato del grande lavoro svolto ha fatto sì che i riders potessero ad ogni modo impegnarsi sulle due prove speciali preidsposte nella zona dell’entroterra isolano. Annullato solo il 1º Cross Test, la gara di Caltanissetta si e svolta ad ogni modo come da programma sulla distanza dei 4 giri previsti a seguito del briefing tenutosi il sabato con il Track Inspector Mario Rinaldi ed il Direttore di gara Carmelo Nicita.

A vincere l’Assoluta e stato Carlo Minot (KTM), bravo ad allungare sin da subito su un sempre velocissimo Roberto Da Canal (Honda), che ha concluso a soli 16.65 secondi, mentre al 3º posto il cadetto rivelazione di questo 1º round: Alberto Elgari (Beta). Per quanto attiene alla classe Senior 450, Mirko Spandre (Gasgas) ha iniziato il campionato come lo aveva concluso, ossia sul gradino più alto del podio; questa volta alle sue spalle e arrivato il pilota di casa Giuliano Mancuso (KTM), che ha ben incominciato questa stagione nella nuova cilindrata. Al 3º posto Matteo Bresolin (KTM). Roberto Da Canal (Honda) oltre il secondo posto assoluto, ha pure conquistato la classe Senior 250 4T, davanti a Jacopo Traini (TM) il quale ha pure vinto due prove speciali e Federico Aresi (Gasgas), buon 3º.

Bellissimo il duello nella Senior 300 dove a vincere e stato Alberto Capoferri (Gasgas), mentre a doversi accontentare del secondo gradino del podio e stato Michele Musso (Sherco) a meno di 2 secondi dal rivale; 3º posto per Davide Guerrieri (Beta). Nella classe Senior 250 2T ha trovato il successo Fabio Pampaloni (Beta) ed al secondo gradino del podio e arrivato Jonathan Zecchin (Husqvarna) con un esiguo margine su Guido Conforti (Husqvarna). 1ª affermazione stagionale per Filippo Grimani (Beta) nella Senior 125, mentre Damiano Melchiorri (Fantic) dopo il successo della 1ª prova speciale, ha dovuto cedere al secondo posto, in terza posizione e arrivato Riccardo Celesti (Sherco).

Nella classe Junior 450 e arrivata la 1ª vittoria 2022 per il marchigiano Lorenzo Bazzurri (Husqvarna), che ha dominato la classe, ad inseguirlo e stato Davide Pellizzaro (Sherco), davanti al pilota locale Francesco Cagnina (Beta). Dopo le ottime performance agli Assoluti d’Italia Mirko Ciani (KTM) e riuscito ad agguantare la classe Junior 300, mentre distanziato di non più di 5 secondi e stato Andrea Gheza (Gasgas), mentre Adriano Bellicoso (KTM) ha concluso 3º. Prestazione di rilievo per Carlo Minot (KTM) che si e aggiudicato il podio assoluto e di conseguenza la Junior 250 4T nei riguardi del crossista Matteo Del Coco (KTM) e Elia Rigo (KTM) ottimo 3º.

In terra siciliana e stato proprio un pilota locale a vincere la Junior 250 2T, Giuseppe Arangio Febbo (KTM) non ha avuto rivali ed alle sue spalle Giovanni Vezzani (Yamaha) e Erik Di Berardino (Sherco) si sono dovuti accontentare nell’ordine dei restanti gradini del podio. Nella classe Junior 125 Lorenzo Giuliani (Beta) e stato l’uomo da battere, seppur di misura su Nicolò Paolucci (KTM), mentre più distanziato ha concluso Federico Trabucco (KTM).

Nella classe Cadetti 125 Alberto Elgari (Beta) ha messo a segno una bellissima 1ª vittoria stagionale, vincendo l’assoluta di ben 2 prove speciali nel 4º ed ultimo giro, ma pure Manuel Verzeroli (Gasgas) non e stato da meno arrivando a soli 5.71 secondi dal rivale e concludendo 4º nell’assoluta di giornata, al 3º posto ha invece concluso Luca Colorio (Husqvarna). Riccardo Pasquato (Beta) ha fatto sua la classe 50 con un distacco di soli 3.93 secondi su Simone Cagnomi (Vent), che ha tenuto in bilico il risultato fino all’ultima speciale e 30.65 secondi su Niko Guastini (Beta), 3º. A festeggiare nella Femminile e invece Aurora Pittaluga (Beta), 1ª davanti a Sara Traini (Beta), mentre al 3º posto si e classificata Sabrina Lazzarino (Beta).

Tra i Motoclub si sono aggiudicati il successo il Motoclub Bergamo nella categoria Senior davanti al Motoclub La Marca Trevigiana ed il Sebino, mentre il Motoclub Gaerne tra gli Under, davanti alla Scuderia Pontenossa e il Motoclub Pavia. Tra i Team indipendenti e il Team Diligenti a prevalere sia nella graduatoria Senior con Guerrieri, Mancuso e Pasqualetti, come del resto nella graduatoria degli Under con Giuliani, Paolucci e Guastini. A farla da padrone nel Challenge Husqvarna, e stato Leonardo Travaglini, davanti ad Andrea Santuari e Carmelo La Monaca.

Presenti alle premiazioni nutrite autorità del territorio: l’Onorevole Michele Mancuso, il Primo cittadino di Caltanissetta Roberto Gambino, il Presidente del Co.Re. FMI Sicilia Salvatore Di Pace, il Vice Presidente del medesimo Comitato Regionale, Nicola Santoro, e i due consiglieri Alessandro Cortese e Marco Caruso.