MOTOCROSS, L’ULTIMO ATTO DELL’ITALIANO MX JUNIOR: 5 SICILIANI NELLA TOP TEN. DI PACE: “TANTI LORO SACRIFICI POI RIPAGATI”


Gaetano Cassibba nella top ten finale, Giuseppe Arangio Febbo 14°, Giuseppe Zangari 23°. L’ultimo atto del campionato italiano Mx Junior – con la terza e ultima finale disputata oggi a Mantova – ha visto i tre piloti siciliani della classe 125 ancora protagonisti. Perché Cassibba (Leontino) ha chiuso 11° di giornata, Arangio Febbo (Team Diana) 16° e Zangari (Valle del Belice) 27°, tra fior fiori di campioni per una classe che ha comunque parlato anche isolano. La kermesse è dunque andata in archivio e Mantova ha lasciato altre certezze per quanto riguarda i piloti siciliani visto che nella classe 85 – se non fosse stato per alcune cadute – Maurizio Scollo e Giovanni La Mendola avrebbero chiuso in posizione migliore, rispetto al 17° e 18° posto per i piloti dei Team Yamaha e Pardi. Alle loro spalle, Davide Marabotto (Messina Musicò) e Carmelo Lantieri (973 Mx Team) a conferma comunque che anche in questa classe la matrice isolana è stata importante, con La Mendola 8° e Scollo 10° nella classifica finale. Idem per la 85 Junior dove Riccardo Salesi (Pegaso) ha chiuso nono di giornata, Francesco Calabria (Tritone) 16°. Salesi ha chiuso nella top ten della classifica generale, Calabria 19°. Nella 65 Cadetti, infine, non potevano mancare Gennaro Utech (Sicilia Racing Motorsport) e Alessandro Di Pietro (Fly Racing Team), rispettivamente 7° e 15° di giornata e quinto e sedicesimo nella generale, come dire, anche tra i più piccoli, ci si comincia a far strada in maniera imponente a livello nazionale e non solo. “Siamo soddisfatti e ringraziamo i nostri piloti che si sono sobbarcati queste trasferte così onerose – ha poi sottolineato il presidente regionale della Fmi Sicilia, Totò Di Pace – ma alla fine ne è valsa la pena per gli ottimi risultati ottenuti con la speranza che il prossimo anno si possa migliorare visto che la strada intrapresa è certamente quella giusta”.

Leggi anche altri articoli su Sicilia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer