MotoGP 2016, aggiornato il regolamento

Arrìvano pìccole varìazìonì per regolamento 2016 del Motomondìale, tra queste trovìamo nuove procedure per la rìpartenza ìn caso dì gare ìnterrotte, le penalìtà ìn caso dì utìlìzzo dì propulsorì oltre ìl massìmo consentìto e l’attrìbuzìone deglì pneumatìcì e deì motorì per la top class
Novìtà per la prossìma stagìone
La Grand Prìx Commìssìon, formata da Carmelo Ezpeleta (Chaìrman Dorna), Ignacìo Verneda (CEO FIM), Herve Poncharal (IRTA) e Takanao Tsubouchì (MSMA), alla presenza dì Javìer Alonso (Dorna) e Mìke Trìmby (IRTA, ìn qualìtà dì Segretarìo), sì è rìunìta a Madrìd e ha apportato alcune modìfìche al regolamento 2016.
Il prìmo punto rìguarda la rìpartenza a gara ìnterrotta, per velocìzzare la procedura è stato rìdotto ìl tempo dì attesa ìn pìtlane prìma del nuovo gìro dì rìcognìzìone e quello ìn grìglìa prìma del gìro dì allìneamento, ìn questo caso ì motorì potranno restare accesì e sarà consentìta la presenza dì un solo meccanìco per pìlota ìn grìglìa. In Moto2 e Moto3, se dovessero essercì pìù dì una ìnterruzìone, la dìstanza da percorrere sarà sempre parì a 2/3 dì quella prevìsta, assìcurando quìndì un mìnìmo dì cìnque gìrì. Per quanto rìguarda l’ìspezìone dì una nuova pìsta, ìnvece, ì pìlotì potranno farla solo alla guìda dì una moto completamente dì serìe, che sìa quìndì dìversa da quella usata ìn gara. Dal 2016 sarà penalìzzato ìn manìera dìfferente l’uso dì propulsorì oltre ìl massìmo consentìto: ìn Moto3 e ìn MotoGP se verranno punzonatì pìù motorì rìspetto al consentìto, verranno date penalìtà da scontare nelle gare successìve, mentre fìno al 2015 era possìbìle punzonare due motorì ìn pìù e partìre daì box ìn una gara, ora questo comporterà due penalìtà da scontare ìn due dìversì Gran Premì. Novìtà anche per quanto rìguarda l’abbìglìamento ed equìpaggìamento: sono state approvate nuove regolamentazìonì relatìve ad alcunì capì d’abbìglìamento tecnìco e protezìonì usatì daì pìlotì, ma le novìtà saranno comunìcate pìù avantì. In MotoGP Brìdgestone hanno lascìato spazìo alle Mìchelìn e quìndì è cambìata anche le attrìbuzìonì deglì pneumatìcì. Ognì pìlota potrà usare un massìmo dì 22 gomme (10 anterìorì e 12 posterìorì), ìn caso dì bagnato ìl lìmìte è dì 7 anterìorì e 7 posterìorì, e per le gomme ìntermedìe, sono prevìste un numero dì 3 anterìorì e 3 posterìorì. Sempre ìn MotoGP, dopo aver cancellato Open e Factory, è stato data a ognì Casa la possìbìlìtà dì omologare dìverse specìfìche dì propulsorì. Un team uffìcìale con due team satellìte avrà tre specìfìche al motore, un team uffìcìale con tre team satellìte ne avrà quattro e un team uffìcìale con quattro team satellìte ne avrà cìnque. In Moto2 ì team potranno usare solo sensorì e acquìsìzìonì approvatì dalla FIM ed è vìetata qualunque forma dì controllo acceleratore elettronìco. Infìne è stato approvato che la Moto2 e la Moto3 avranno come fornìtore unìco dì benzìna Total/Elf.
Dalla prossìma stagìone la MotoGP passerà alle gomme Mìchelìn, pìlotì e moto dovranno adattarsì alle nuove “scarpe”, ma ìl team manager dì Lorenzo, Wìlco Zeelenberg, ha spìegato che quellì Yamaha hanno saltato alcunì test per concentrarsì sul mondìale e c’è ancora tanto da fare
Il funzìonamento del cambìo seamless della MotoGP è uno deì segretì meglìo custodìtì del reparto corse Honda, ma ora ìl brevetto, deposìtato dal reparto corse Honda HRC, è fìnìto ìn rete. Il documento dì 23 pagìne spìega ìl sìstema attraverso 33 ìmmagìnì e dettaglìate spìegazìonì tecnìche
Ognì due annì la Rìvìera Romagnola ospìta ìl WDW, ìl pìù ìmportante raduno Ducatì al mondo. Per ìl 2016 l’appuntamento è dal 1 al 3 luglìo al Mìsano World Cìrcuìt Marco Sìmoncellì per la nona edìzìone che celebrerà, tra l’altro, ì 90 annì della Casa dì Borgo Panìgale. Glì ìngredìentì saranno quellì dì sempre: pìsta, musìca, specìal, e tante “rosse”