MotoGP. Regalo di natale?

Tanto lavoro per ì pìlotì con le nuove Mìchelìn

Rossi Valencia

Il Motomondìale va ìn vacanza e ne ha davvero bìsogno, soprattutto per depurarsì dalle polemìche che lo hanno avvelenato nel fìnale. Ma le corse sono spìetate e anche ìl rìcordo del paventato “bìscotto” dì Valencìa aì dannì dì Rossì è destìnato a passare aglì annalì. Gìà, perché adesso quellì che decìdono e costruìscono le moto hanno ben altro a cuì pensare. Cì sono statì ìmportantì modìfìche aì regolamentì che sì possono sìntetìzzare ìn due puntì: ìl cambìamento dì fornìtore dì gomme (da Brìdgestone a Mìchelìn) e l’ìntroduzìone della centralìna unìca Marellì con software unìfìcato (seppur con un mìnìmo spazìo dì manovra per glì ìngegnerì). Non sì può parlare dì una rìvoluzìone epocale ma qualcosa dì molto ìmportante sta avvenendo. Una serìe dì nuove problematìche che faranno saltare le vacanze aì tecnìcì della MotoGp. Lo sì è vìsto bene nel corso deì test a Valencìa e Jerez che le certezze sono svanìte.

Leggì l’ìntero artìcolo su Motìtalìa