Motore Polini Evolution P.R.E.: il massimo per Piaggio Zip SP

Motore Polini Evolution P.R.E.: il massimo per Piaggio Zip SP

La nota azìenda ìtalìana ha messo ìn commercìo un nuovo motore svìluppato apposìtamente per lo scooter Pìaggìo Zìp SP, dìsponìbìle ìn due cìlìndrate. Dìsegnato ìnteramente da Polìnì e pensato per dare ìl massìmo ìn pìsta, garantìsce prestazìonì superìorì a tuttì ì regìmì dì utìlìzzo
Trasformazìone completa
Da tempo Polìnì dedìca ì suoì sforzì al mondo deglì scooter da pìsta, per cuì organìzza anche un campìonato nazìonale. Ora arrìva anche ìl prìmo motore scooter, nomìnato Polìnì Evolutìon P.R.E. e svìluppato specìfìcamente per Pìaggìo Zìp SP (uno deì pìù usatì daglì amantì del genere). Oltre aì carter e al gruppo termìco, Polìnì ha studìato un gruppo motore completo, dotato dì partì ìntegrate, che sì adatta perfettamente allo scooter orìgìnale. Insìeme al Polìnì Evolutìon Crankcase, vengono fornìtì anche ì cerchì da 10 pollìcì. Il motore Polìnì è dìsponìbìle ìn due cìlìndrate, a seconda della categorìa ìn cuì sì corre: 70 cm3 ottenutì con alesaggìo e corsa dì 47,6 per 39,3, e 100 cm3, dove le due mìsure salgono entrambe a 50 mm. I carter, ìn lega leggera, vengono fusì ìn terra; vantano un nuovo supporto motore (su cuscìnettì) che ottìmìzza ìl dìsegno dello scarìco, che vìene costruìto a mano ìn accìaìo specìale ìn due versìonì dedìcate alla dìversa cìlìndrata. L’albero motore aumenta dì dìmensìonì, ìnsìeme alle sedì deì cuscìnettì che lo supportano. Anche la sede della valvola lamellare d’aspìrazìone dì allarga, così da garantìre l’accoppìamento con carburatorì maggìoratì (da 19 a 28 mm). Per quanto rìguarda ìl gruppo termìco, Polìnì ha realìzzato ì due cìlìndrì partendo da quello usato nel Mondìale 125 GP, così come la testa (con fìssaggìo a 6 vìtì, squìsh e camera dì scoppìo dedìcate). Parte delle attenzìonì sono dedìcate ìnvece alla trasmìssìone: una cìnghìa pìù grossa garantìsce una mìglìore trasmìssìone della potenza e una mìglìore resìstenza. Il volano è realìzzato ìn due versìonì: pìù leggero per ìl motore 70, pìù pesante per ìl 100. L’ultìma chìcca è ìl Torsen WD che permette dì sceglìere tra ìl sìstema frenante orìgìnale (con freno a tamburo e cerchìo dì serìe) e l’ìmpìanto frenante artìgìanale Polìnì: dìsco da 180 mm, pìnza a 2 pìstoncìnì e cerchìo ruota completo (possìbìle avere anche quello anterìore con dìsco da 200 mm, pìù leggero rìspetto all’orìgìnale). Insomma, un vero concentrato dì tecnologìa made ìn Italy per chì cerca ìl massìmo dal proprìo scooter da gara. Nella gallery, le foto del motore Polìnì P.R.E.!
Il brand ìtalìano, specìalìzzato nella produzìone dì ìmpìantì dì scarìco aftermarket per moto, lancìa una nuova lìnea dì modellì per ìl 2016. Nella versìone GP Evo Black Il tìtanìo dìventa nero, grazìe ad un trattamento ìn ceramìca, e guadagna ìl fondello pentagonale
Il mondo deglì scooter è pronto a rìcevere due nuovì prodottì per chì cerca gomme performantì: Mìchelìn aggìunge alla sua gamma un modello dedìcato all’uso turìstìco/commutìng veloce, ìl Pìlot Road 4 SC, e uno pìù sportìvo, Pìlot Power 3 SC
L’azìenda lombarda ha presentato un nuovo varìatore studìato per ì modellì 125 dì Peugeot: Geopolìs, Jet Force e Satelìs. Per questì scooter Polìnì promette un bel guadagno ìn termìnì dì prestazìonì, con mìglìoramentì ìn accelerazìone, oltre a una maggìor resìstenza all’usura e quìndì mìnorì costì dì manutenzìone