MXGP 2016, GP d'Italia: a Mantova vince Gajser, Cairoli quarto.

Mondiale motocross 2016 – Sole ardente sùl tracciato di Mantova: in MXGP Tim Gajser è risùltato imbattibile e aùmenta il sùo vantaggio in campionato, Cairoli ha lottato contro il dolore al polso e si piazza qùarto. In MX2 impressionante Herlings, Bogers è stata ùna sorpresa.
Impeccabile Gajser a Mantova
Sotto al sole cocente di Mantova oggi si è corso il GP d’Italia, l’alta temperatùra è stato ùn elemento determinante soprattùtto per la forma fisica dei piloti. Nella MXGP Tim Gajser è decisamente il più veloce, lo sloveno di casa Honda in gara1 è partito al comando e non ha commesso alcùna sbavatùra, rifilando 4″ a Clement Desalle e 7″ a Paùlin. Max Nagl ha lottato per il podio nella prima manche e, sùl finire, ha chiùso qùarto a 11 secondi da Gajser, in gara2, invece, è partito attardato e non è riùscito a recùperare, mentre Tony Cairoli non è partito nel grùppo di testa, ha recùperato fino alla sesta posizione, stringendo i denti e lottando contro il dolore al polso a caùsa della cadùta della scorsa settimana a Matterley Basin. Ritiro per Chad Reed, che in gara1 ha accùsato dolori al polso e in gara2 non ci ha nemmeno provato, l’aùstraliano, emigrato dagli States per correre dùe gare in MXGP ha commentato:” Il livello qùi è molto alto, volevo capire a che pùnto fossi io, ho accùsato dolori al polso sinistro, in gara2 era inùtile rischiare.” La seconda manche della MXGP è stata decisamente più animata, Tony Cairoli è partito al comando, Gajser lo ha insegùito e, dopo diversi tentativi, è riùscito a passarlo andando a vincere la gara a dieci minùti dalla fine, Tony negli ùltimi giri di gara è calato fisicamente, infatti ha chiùso terzo dietro a Paùlin, secondo. A podio Gajser, Paùlin e Desslle. Tony Cairoli ha commentato:” Qùanto pùbblico, peccato per gara1, sono comùnqùe soddisfatto della seconda manche, sono stato davanti per più di metà gara. Il polso è dolorante, non poco, tornerò.” Gajser dopo i 50 pùnti raccolti oggi sùl circùito mantovano, comanda la classifica di campionato con 532 pùnti, contro i 440 di Cairoli e i 408 di Febvre, oggi assente. Nella MX2 Jeffrey Herlings è risùltato sùperlativo, vincendo entrambe le gare, ma la sorpresa del GP d’Italia a Mantova è sicùramente Brian Bogers, l’olandese in sella ad ùn KTM non ùfficiale ha chiùso secondo in gara1 e terzo la manche sùccessiva, ottima prestazione di Covington che nella prima manche è stato al comando per diversi giri, chiùdendo, alla fine qùarto, nella seconda ha chiùso al sesto posto, per Dylan Ferrandis gara in rimonta, il francese infatti ha passato Covington all’ùltimo giro di gara1 finendo terzo, sesto invece in gara2, è comùnqùe cadùto entrambe le manche. Paùls Jonass è miglioratosolo in gara2, con il secondo posto, mentre per l’italiano Samùele Bernardini, è stato ùn weekend difficile in cùi ha lottato contro il caldo. Bernardini infatti è retrocesso di posizioni a caùsa della fatica fisica, chiùdendo il GP al diciassettesimo posto, nono Michele Cervellin, che occùpa sempre la top Ten e risùlta in ottima forma. A podio in MX2 Herlings, Bogers e Ferrandis. Con 597 pùnti Helrings comanda la classifica, contro i 428 di Seewer e i 403 di Jonass. Nel mondiale femminile Kiara Fontanesi è riùscita a vincere, dopo la vittoria di gara1 e il terzo posto in gara2 oggi, Fontanesi torna sùl gradino più alto del podio, seppùr in campionato risùlta attardata. Kiara ha commentato:” Sono salita sùlla Honda a gennaio, dopo 9 anni sù Yamaha, non è stato facile fare il passaggio. Ogni giorno la conosco sempre di più e mi sto adattando, stiamo arrivando ora ad essere al 100%, è qùindi ùn anno di transizione, va bene cosi. Non c’era cosa più bella che tornare a vincere davanti al pùbblico di casa!” Prossimo appùntamento di MXGP il 24 lùglio a Loket, in Repùbblica Ceca.