Pubblicato il Report della seconda campagna di indagini su habitat naturali


Su iniziativa della Commissione Ambiente della Federazione Motociclistica Italiana (FMI), a dicembre 2019 è stata condotta una seconda campagna di indagini su habitat naturali, volta ad approfondire il quadro informativo sul possibile impatto di enduro e trial in ambienti naturalistici boscati. Tale iniziativa, successiva all’esperienza del 2018, costituisce un secondo importante passo verso la definizione di un accurato quadro conoscitivo sull’interazione moto-ambiente, che la Commissione Ambiente FMI ritiene utile per tutti gli addetti ai lavori chiamati a confrontarsi su tali problematiche.

Come per l’anno precedente, la scelta dell’area di Ceranesi è scaturita dalla peculiarità del luogo, interessato da più discipline motoristiche, oltre che dal lavoro di coordinamento del Comitato Regionale Liguria nella figura del suo Presidente Giulio Romei. Anche in questo caso, una particolare nota di ringraziamento va al coordinatore del ProPark Ceranesi, Sergio Parodi, per la disponibilità nell’organizzazione della due giorni d iindagini e supporto tecnico-documentale sull’area.

Tutte le attività condotte sono state preventivamente pianificate dalla Commissione Ambiente FMI redigendo uno specifico protocollo in coordinamento con il Gruppo di Lavoro ISPRA e il Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali dell’Università della Tuscia. Ad entrambi un ulteriore particolare ringraziamento per il supporto tecnico sul campo, in laboratorio e nella stesura del presente elaborato.

In armonia con la precedente bibliografia tecnico divulgativa della Commissione Ambiente FMI, disponibile nella sezione documenti del sito federale, tale report pone tra i suoi obiettivo anche quello di rappresentare uno strumento operativo al servizio di tutti i tesserati e dei MC per l’elaborazione di strategie atte alla gestione e il mantenimento dei soprassuoli forestali durante l’organizzazione di una manifestazione sportiva e per l attività ludico-ricreativa non agonistica.

Clicca qui per scaricare il Report