Home Epoca Sport Regolarità d’Epoca. E’ già ora della terza prova

Regolarità d’Epoca. E’ già ora della terza prova

33

A meno di un mese dal via del Campionato Italiano FMI Regolarità d’Epoca, ci si prepara alla terza prova targata 2019. Dopo Grazzano Visconti e Vesime il numeroso gruppo dei regolaristi vintage è pronto a trasferirsi a due passi dal Lago di Como, per la precisione a Pasturo, in provincia di Lecco, per la gara che porta la firma del Moto Club Grigna Valsassina e valevole anche per la quinta edizione del Trofeo Moreno Mascheri.

Domenica 28 aprile la terza prova di Campionato Gruppo 5 si svilupperà su un percorso di complessivi 30 chilometri con due prove speciali (entrambe cross test) da effettuare per 3 volte. “Il primo cross test – racconta il track inspector FMI, Stefano Passeri – si trova all’interno del primo C.O. Si tratta di una prova speciale non lunghissima ma impegnativa con dossi e saliscendi, sicuramente molto tecnica ma anche spettacolare”. Il secondo cross test invece è stato allestito a ridosso del paddock: “In questo caso il Moto Club ha tracciato una prova speciale davvero molto, molto spettacolare in un pratone sicuramente interessante. Il terreno è ampio e proprio per questo offrirà al pubblico una prestazione di alto livello”.

I trasferimenti sono la parte forse più impegnativa della gara visto che alcuni tratti sono stati ricavati su mulattiere che in pochi chilometri porteranno tutti i partecipanti proprio sotto il Gruppo delle Grigne, un massiccio montuoso in provincia di Lecco che supera i 2400 metri. “Nel secondo trasferimento, dopo il C.O. 1, i piloti riscenderanno nel fondo valle fino a riportarsi nel paese di Pasturo, che ospita il paddock e la seconda ps”. In realtà il paddock si trova all’estrema periferia della cittadina lecchese ma i panorami e gli scenari che faranno da contorno alla terza prova dell’anno lasceranno un bel ricordo nel cuore dei partecipanti. A questo proposito sono già più di 280 i piloti che hanno aderito alla gara ma nei prossimi giorni  ne arriveranno ancora. Il week end di Pasturo si aprirà sabato pomeriggio, 27 aprile, alle 14, con le verifiche amministrative e tecniche che andranno avanti fino alle 18,30 e solo al termine si terrà il briefing. Domenica mattina partenza alle 9 per questo percorso davvero incantevole con due prove speciali, la prima in località Cortabbio, la seconda a Pasturo, da ripetersi tre volte, tutte cronometrate.

Dopo le prime due prove la classifica di Campionato comincia ad assumere un profilo interessante. Nella A 1 Alberto Rittà conduce la classifica assoluta con sole due lunghezze su Roberto Cancelli mentre in A2 Enzo Vescia guida il gruppo con 8 punti di vantaggio su Giancarlo Melli. In A3 Maurizio Dominella è primo con due punti su Fabio Bedussi e in A4 Paolo Sala è comodamente primo con 6 punti di vantaggio su Marco De Eccher. Sei i punti di distacco anche in A5 fra il leader Fabio Parrini e Gianluca Corsini mentre in B2 Alfredo Gamba distanza Pietro Gamba sempre di sei punti. La B3 sottolinea lo stato di forma di Gianluca Beccantini che comanda su Giancarlo Donadio con 8 lunghezze di distacco mentre in C1 i sei punti ritornano prepotenti a staccare Angelo Ceribelli da Nazzareno Artifoni. Piero Gagni dopo due  vittorie comanda la C2 con ben 10 lunghezze su Paolo Grassi ma anche in C3 i distacchi sono importanti con Massimo Parrini davanti a Marco Ghilardi di ben 14 punti.

Un solo punto in C4 separa Walter Bettoni da Giorgio Balzarini così come in C5 dove Francesco Guerini è primo davanti ad Alfredo Bottarelli mentre in C6 i punti di distacco sono due fra il leader Mauro Uslenghi e il suo più diretto inseguitore, Marco Calegari. Federico Fregnan conta sui suoi 6 punti di vantaggio in D1 su Mario Negrini mentre ben più cospicuo in D2 è il bottino di Giorgio Nembrini primo con 12 punti di vantaggio su Mauro Varaschin. Sei i punti di differenza anche in D3 con Fausto Scovolo primo su Stefano Bosco mentre in D4 Luca Murer comanda con 10 punti in più su Mario Sicari. La D5 assiste alla bella sfida fra Osvaldo Armanni primo con 10 punti su Mario Graziani che è poi lo stesso distacco che vanta Paolo Giulietti in D6 su Marco Bono. Bella la battaglia in X1 con Fabio Zandonà primo con sette punti di vantaggio non solo su Ferdinando Lorini ma anche su Stefano Zubboli. Dieci punti di distacco dopo due gare in X2 fra Gaetano Terruso e Nicola Tetoldini mentre la X3 vede Andrea Stucchi in testa con 8 lunghezze su Luca D’Adda. X4 appannaggio di Alessandro Zamparutti che conta sui sei punti di distacco da Mario Rossi mentre la X5 è l’unica classe che mette 9 punti fra il primo, Andrea Purinan e Franco Felci, secondo. La X6 è ancora salda nelle mani di Giovanni Gritti primo con 10 punti di vantaggio su Donato Benetti mentre la T80RS è l’unica classe che trova al primo posto due piloti: Mirko Marone e Giorgio Volpi, parimerito. La E1 vede al primo posto Cristian Ferro laddove la E2 assiste alla leadership di Riccardo Gravaghi. Accesissima la sfida fra le Squadre che nel Trofeo hanno in testa il Gilera Club Arcore e nel Vaso la Scuderia Norelli del Moto Club Bergamo.

Leggi anche altri articoli su Epoca Sport o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer