La riunione del Settore Tecnico Sportivo di venerdì 8 maggio


Venerdì 8 maggio, in modalità telematica tramite la piattaforma Zoom, si è tenuta la riunione del Settore Tecnico Sportivo FMI. L’importante incontro si è aperto con le comunicazioni generali del Presidente Giovanni Copioli, che ha sottolineato l’intenso lavoro di tutti i settori della FMI in questi due mesi di emergenza nazionale, ringraziando tutto il personale della Federazione per l’operato svolto in questo periodo complicato e impegnativo.  Il Presidente ha poi sottolineato come il 2020 si fosse aperto con positivi segnali di crescita per il tesseramento e le riaffiliazioni: il trend positivo di gennaio e febbraio, si è poi fermato in seguito all’emergenza sanitaria nazionale legata al Covid-19. Emergenza che ha causato perdite economiche che vengono affrontate con responsabilità e sacrificio, ma anche con un intenso lavoro di collaborazione e richiesta di supporto sia al Governo che al CONI. Nell’ottica di tutelare Tesserati, Licenziati, Club ed impianti, oltre ai provvedimenti già presi dal Consiglio Federale, Copioli ha confermato un incontro con la compagnia assicurativa UnipolSai, dove verrà richiesta ufficialmente una riduzione del premio assicurativo.

Attenzione è stata posta anche al costante lavoro della FMI per gli adeguamenti ai vari DPCM nonostante il disappunto per alcune proteste di terze parti riguardo alla possibilità iniziale di allenamento solo per i piloti di interesse nazionale. Materia complicata ulteriormente dalle varie ordinanze regionali e quindi in costante aggiornamento. In questo non facile contesto, Copioli ha giustamente sottolineato il buon lavoro svolto da tutta la FMI per stilare le linee guida sull’argomento e nell’interpretare i DPCM. In attesa di ulteriori disposizioni da parte del Governo in materia di contrasto al Covid-19, si lavora concretamente per un progetto di ripresa a giugno dei Campionati regionali e a luglio di quelli nazionali. Copioli ha evidenziato che per alcune manifestazioni, qualora non fosse possibile disputare le tre prove minime previste dal Regolamento Manifestazioni Motociclistiche, si penserà, come estrema ratio, ad un’eventuale assegnazione dei titoli in prova unica.  Fra le note positive comunicate dal Presidente, la conferma per il 2021 di due importanti manifestazioni in Italia con la FMI protagonista: il Rally FIM e la Sei Giorni di Enduro.

A seguire, il Segretario Generale FMI Alberto Rinaldelli ha sottolineato come la FMI non ha scelto di bloccare l’attività ma è stata costretta a seguire le direttive governative in merito, continuando comunque nel suo operato in modalità di smart working, segnalando anche la proficua esperienza del gruppo di lavoro nato in questo periodo con i Segretari Generali delle altre federazioni.

Prima dell’intervento del Comitato Impianti, la Direzione Tecnica ha riportato come, nonostante i tecnici non siano attivi, la maggioranza di loro abbia rinnovato la presenza all’Albo, con un lavoro generale indirizzato sulle indicazioni sui collegiali per i piloti di alto livello; la Commissione Medica ha evidenziato l’importanza delle linee guida tecnico sanitarie (realizzate seguendo le indicazioni governative) per una ripresa in sicurezza. Un documento di non semplice realizzazione e in continuo aggiornamento.

Il Comitato Impianti,  in considerazione che il Consiglio Federale ha reso valide le omologazioni 2020 anche nel 2021 senza aggravio di costi, ha ripreso le ispezioni che dovrebbero essere completate tra giugno e luglio. I corsi per responsabili di pista sono ripresi online, formando circa 45 persone con un feedback positivo.

La Commissione Sicurezza ha ricordato di aver finalizzato i dati sull’indagine infortuni relativa al 2019, ora a disposizione dei vari coordinatori, dai quali si registra una riduzione complessiva degli infortuni del 9% rispetto al 2018 e un’ulteriore riduzione rispetto al 2017, con un quadro positivo nel triennio.

A seguire è stata la volta della Commissione Ambiente, che ha sottolineato il lavoro di aggiornamento delle linee guida, l’inserimento di tre nuovi componenti e che il premio per il Moto Club più virtuoso nel seguire le linee ambientali è andato al Moto Club Valle Jato a Partinico in Sicilia. Nello scorso anno poi è stato realizzato un report di un’indagine ambientale in zona boschiva (località Ceranesi) oltre al monitoraggio acustico nei maggiori autodromi italiani.

Sia il GUE che il Gruppo Commissari di Gara hanno evidenziato quanto sia importante la formazione, con il GCG che bandirà nuovi corsi appena possibile e che ha sottolineato ancora l’importanza dei corsi fatti a dicembre e gennaio sul territorio riguardanti le OP realizzate tramite Sigma in modalità online. A seguire, il Dipartimento Innovazione e Strategie di Sviluppo ha comunicato che è in fase di realizzazione un corso di aggiornamento E-learning per i Commissari ; si sta realizzando inoltre l’integrazione del sistema Sigma per la gestione degli allenamenti.

La Commissione Turismo e Tempo Libero, dopo aver annullato e posticipato molti eventi, ha evidenziato come dopo un incontro svolto il 16 aprile con i Comitati Regionali e in generale con il territorio, si lavori ad un nuovo Mototurismo di prossimità e di attività sociali, cercando di capire in maniera più approfondita come ripartire. Sarà poi implementata l’app mototurismo, con un pannello di controllo dove l’organizzatore potrà inserire delle tappe per attività simili ad una “caccia al tesoro” virtuale, con relative indicazioni GPS dotate di punti di interesse storico, culturale e naturale.

La Commissione Sviluppo Attività Sportiva ha ricordato gli importanti numeri incrementati nel 2019 uniti anche al riconoscimento ottenuto dalla FIM. La commissione E-bike ha sottolineato come il settore Urban potrebbe essere il primo a ripartire vista la sua maggiore semplicità e il fatto che il promoter sia già pronto ad iniziare l’attività. Prima di passare ai Coordinatori delle varie specialità è stata la volta del Settore Tecnico, che ha parlato della rimodulazione dell’attività sul territorio, della realizzazione di mini clip didattiche per l’utenza e della possibilità di un bando di tecnici di eccellenza. I Direttori tecnici delle varie specialità hanno poi sottolineato, ognuno per proprio conto, l’attività svolta prima del lockdown e le modalità con le quali hanno continuato a seguire i Talenti Azzurri in questo periodo.

Ad aprire la parte delle varie discipline sportive è stato lo Speedway, con il paziente lavoro che prosegue per arrivare alla riapertura dell’impianto di Lonigo e lo spostamento di diverse gare anche internazionali; di seguito il Motorally, che ha sottolineato una futura novità riguardo ad una modalità di navigazione non più cartacea ma online; si è inoltre parlato di Quadcross e Sidecarcross con proposte atte a dare seguito al rilancio di tali spettacolari discipline. Il tutto unito ad un importante studio per diminuire gli assembramenti nelle Operazioni Preliminari.

La riunione è proseguita parlando di Velocità. È stata evidenziata l’unione di intenti che ad inizio anno si è trovata tra la FMI e tutte le parti coinvolte nell’attività. Un’armonia che prosegue tuttora nonostante le difficoltà legate al Coronavirus. Durante l’emergenza Covid-19 si sono tenuti infatti numerosi incontri con team, autodromi, e industrie.  Ad alcuni di questi ha partecipato anche Aci Sport. Relativamente all’Elf CIV, negli ultimi giorni si è analizzata la sostenibilità del campionato, giungendo alla conclusione che ad oggi la soluzione migliore è la disputa del tricolore su quattro round: uno al mese a partire da luglio. Nelle prossime settimane, quando la situazione relativa al Covid-19 in Italia dovrebbe essere più delineata, si valuterà se effettuare attività nazionale a fine giugno. Relativamente all’attività giovanile è stato sottolineato l’entusiasmo di Aprilia e Ohvale in merito alla collaborazione con la FMI e l’ottimo avvio, prima del Covid-19, della Scuola Federale Minimoto.

Il Trial ha ricordato la conclusione di TrialPlay che, proprio grazie alle caratteristiche della disciplina, ha riscosso molto successo tra piloti e appassionati. Il Comitato ha confermato di essere pronto con la partenza dell’attività nel momento in cui sarà possibile farlo. Infine si è analizzata la situazione a livello internazionale per quanto concerne le gare in Italia. L’Enduro ha proposto alcune alternative per armonizzare, in ottica futura e in una situazione di graduale ritorno alla normalità, l’attività nazionale con quella regionale. Anche in questo caso è stato illustrato lo status quo degli appuntamenti italiani del Mondiale e dell’Europeo. Pensando alla ripresa dell’attività e alle peculiarità delle proprie manifestazioni, il Motocross ha chiesto di specificare nei regolamenti alcuni aspetti per poter gestire al meglio l’area del paddock. Prima dell’inizio dell’emergenza Covid-19, i numeri degli Internazionali di Motocross, del Supermarecross e dell’Italiano Motoslitte sono stati positivi. Particolarità del Motocross Junior è la strutturazione del calendario in prove selettive, motivo per cui prossimamente vi saranno attente valutazioni in merito alle modalità di svolgimento delle gare. Anche il mondo della Supermoto, le cui competizioni si corrono nei kartodromi, è già pronto per la ripartenza delle competizioni.