Rolfo dopo la conquista della FIM Endurance World Cup: “Il prossimo anno? Ci riproviamo!”


Roberto Rolfo, classe 1980. Un pilota d’altri tempi, si direbbe. Uno che ha sempre messo la passione al di sopra di tutto, declinandola in ambienti diversi. Passione e talento, che lo hanno portato a correre (e a sfiorare titoli iridati) nel Motomondiale e poi in SBK e SS, conquistando podi e vittorie. Ma il trionfo più grande per Rolfo è di quest’anno. Nel 2019 il pilota torinese naturalizzato svizzero ha conquistato la FIM Endurance World Cup con il team Moto Ain Yamaha insieme ai piloti Robin Mulhauser e Stefan Hill. Un titolo solo sfiorato nella corsa stagione e ottenuto quest’anno.

Roberto, ci avevi provato lo scorso anno a conquistare la Coppa del Mondo, ora ci sei riuscito. Oltretutto recuperando lo sfortunato svantaggio di inizio stagione.

“Ce l’abbiamo fatta! L’anno scorso questa avventura dell’Endurance era nata un po’ all’ultimo, visto che inizialmente avrei dovuto correre in SBK. Quando però la cosa non si concretizzò mi orientai sull’Endurance e con un po’ di sorpresa fui veloce fin da subito nella prima gara di Le Mans. A fine stagione chiudemmo secondi e vicini alla vetta. Nel 2019 l’obiettivo era quello di attaccare il titolo e anche se nella prima gara del Bol d’Or siamo stati costretti al ritiro poi abbiamo inanellato una serie di risultati che alla fine ci hanno portato alla vittoria. Nell’ultima tappa (la 8 ore di Oschersleben dello scorso giugno) avevamo visto già in prova di avere un buon passo ma non partivamo da favoriti perché non eravamo tra i più veloci nel giro secco. In gara però abbiamo dimostrato un’ottima costanza, che in questo Campionato fa la differenza ai fini della vittoria”

Un successo frutto anche di un gran lavoro di squadra.

“Assolutamente si, la squadra è fondamentale, ancora di più nell’Endurance dove con i cambi gomma ecc… si può perdere tempo. Il Team invece ha fatto un lavoro impeccabile che alla fine è risultato fondamentale per la conquista del titolo”

Forse ora è prematuro, ma hai già obiettivi per il prossimo anno, magari il passaggio in EWC?

“Per ora la squadra rimarrà la stessa quindi non credo ci sarà la possibilità che io passi in EWC. L’obiettivo è continuare con loro. Da un lato spero ci sia anche la possibilità di fare qualche gara in SBK o in SS ma il mio target principale per il prossimo anno è l’Endurance con la Yamaha del Team Moto Ain”