Settore Tecnico Sportivo. La riunione del 15 ottobre

Giovedì 15 ottobre si è tenuta, in modalità videoconferenza, la riunione del Settore Tecnico Sportivo FMI. Nel corso dell’incontro ogni settore ha analizzato lo sviluppo dell’attività e gli obiettivi raggiunti nell’ultimo quadriennio e, soprattutto, è stata evidenziata da parte di tutti la volontà di continuare ad impegnarsi quotidianamente per il raggiungimento di nuovi traguardi.

Il Presidente FMI Giovanni Copioli ha aperto i lavori salutando i presenti, ringraziandoli per l’impegno profuso dall’Assemblea 2016 ad oggi. Ha inoltre sottolineato l’intenso lavoro svolto da tutti i settori, che ha consentito e sta consentendo di portare a termine la stagione 2020 nonostante le difficoltà legate all’emergenza Covid-19. Il Presidente Copioli ha ricordato che, terminato il lockdown, la FMI è stata una delle prime federazioni a organizzare manifestazioni, sportive e non; attività rese possibili in particolare grazie alla pubblicazione delle Linee Guida FMI, richieste anche da Federazioni straniere che ne hanno riconosciuto l’importanza e la completezza.

Il Presidente ha poi accennato alla 74° Assemblea Nazionale Ordinaria Elettiva, che si terrà il 1° novembre a Riccione (RN), di cui il Segretario Generale FMI, Alberto Rinaldelli, ha approfondito alcuni aspetti ricordando la rilevanza di questo appuntamento per tutto il mondo federale.

Durante la riunione, si sono alternati gli interventi dei Coordinatori dei Comitati Sportivi e quelli dei Presidenti di Commissione e dei responsabili di settore.

Relativamente alla Velocità, si è sottolineata la scelta vincente di iniziare l’ELF CIV il primo weekend di luglio, nonostante le difficoltà organizzative legate alla vicinanza temporale con la conclusione del lockdown. A Vallelunga, il Comitato Velocità ha incontrato i team per analizzare il 2020 e parlare del 2021; per la prossima stagione sono attese interessanti novità, anche dal punto di vista dell’immagine del campionato, che verranno dettagliate prossimamente. I round previsti in calendario torneranno ad essere sei. La Coppa Italia ha avuto numeri di partecipazione molto alti. Il settore darà un forte impulso al rinnovamento con un programma di promozione, formazione e gare sul territorio per ampliare la base nelle categorie giovanili. Da ricordare, inoltre, i sei titoli vinti dall’Italia nello European Championship Mini Road Racing dello scorso 20 settembre.

Il Settore Tecnico ha analizzato il quadriennio sia dal punto di vista sportivo che della formazione. Nel primo caso è stato posto l’accento su due aspetti: i risultati ottenuti a livello nazionale e internazionale, che dimostrano l’impegno costante dei Tecnici FMI; l’attenzione verso la base, che dovrà continuare ad essere fondamentale nel lavoro del Settore. Dal punto di vista della formazione si è poi svelata l’intenzione di produrre statistiche su corsi e attività e di stilare un regolamento riguardante la didattica. Inoltre è stato ricordato il progetto Facciamo Scuola relativamente all’attività dell’Alto Livello.

Il Comitato Impianti ha rimarcato l’importanza della formazione riferita agli utenti. Inoltre ha ricordato che le omologazioni 2020 rimarranno valide per il 2021, a meno che non vengano effettuate modifiche all’impianto stesso. In futuro verranno proposte iniziative, in ottica 2022, che riguarderanno gli impianti delle discipline offroad per cui la sicurezza è fondamentale. Si è inoltre affrontato il tema delle aree attrezzate di Enduro e Trial non inquadrabili come impianti.

Molto positivi i dati del Motocross: negli ultimi quattro anni vi è stato un aumento di partecipazione del 40% a livello nazionale grazie all’istituzione dell’Italiano Rider-Expert. A livello sportivo, per il 2021 non si prevedono modifiche sostanziali ai regolamenti. Bilancio positivo anche per il Motocross Junior in cui il livello di presenze è cresciuto nelle finali. Molto soddisfacente l’aumento del numero dei piloti della classe Debuttanti nelle diverse selettive. Interessante la presenza di piloti stranieri di alto livello. Si è sottolineata l’importanza di continuare a interagire con la base e con le famiglie dei piloti. Altra necessità è quella di lavorare sulla sicurezza dal punto di vista statistico: grazie alla collaborazione con l’apposita Commissione, gli incidenti sono diminuiti e per proseguire con questo trend è determinante avere quanti più dati possibili a diposizione.

Ottima la partecipazione alle gare anche nel Supermoto, soprattutto nella categoria Junior. Non sono previsti sostanziali cambiamenti regolamentari per il 2021 mentre vi è tutta l’intenzione di assecondare la richiesta, pervenuta da più parti, di ripetere il Trofeo delle Regioni.

Il 2020 per il Gruppo Commissari di Gara è stato molto impegnativo vista la contemporaneità, sul territorio italiano, di molte gare nazionali ed internazionali. Vista la dedizione dei Commissari non si sono verificate particolari criticità, anche grazie al rispetto del principio di “territorialità”. Molto apprezzati i corsi di aggiornamento in e-learning, alcuni dei quali con personalità di spicco del mondo motociclistico.

L’avvenuta apertura di due nuovi impianti di Flat Track è fondamentale per la disciplina, che continua a crescere a livello di numeri e desta l’interesse degli addetti ai lavori. Positivo l’impatto della Coppa Italia, che ha attirato numerosi piloti amatori. A livello internazionale Francesco Cecchini continua ad essere il riferimento della specialità. Mattia Lenarduzzi ha ottenuto invece ottimi risultati nello Speedway, disciplina che ha visto un tricolore di livello e di cui in Italia si disputa l’Europeo a Coppie.

La Commissione Sviluppo Attività Sportive ha evidenziato il successo della Tessera MiniSport e la buona riuscita dell’abbinamento tra gli Hobby sport e i Corsi Teorico Pratici. Grazie alla possibilità di preiscrizione su SIGMA, la gestione di motocavalcate e mountain trial è ora più semplice.

La Commissione Medica ha reso noto che nel 2021 si ripeteranno i corsi per medici di gara, anche in modalità e-learning, e proseguirà la sensibilizzazione dei medici con l’obiettivo di averne un più ampio numero all’interno dell’Elenco FMI. Significativa, a livello istituzionale, l’elezione della presidente della Commissione, Monica Lazzarotti, a Consigliere Federale della Federazione Medico Sportivo Italiana.

La Commissione Ambiente ha accennato l’intenzione di dare vita a diverse iniziative in futuro, ma si è principalmente concentrata sul Protocollo di Intesa tra FMI e FAI recentemente ufficializzato e sul ruolo e le funzioni del Delegato Ambientale.

Molto positivo il 2020 del Comitato Enduro, che ha fatto registrare numeri eccellenti in quanto ad iscrizioni alle gare. Vi è intesa all’interno del Gruppo di Lavoro, tanti giovani si affacciano alla disciplina e si punta ad una crescita della partecipazione femminile. Vi sono risultati positivi sia a livello nazionale che internazionale; in quest’ultimo ambito sarebbe interessante poter contribuire a dare impulso all’attività dei più giovani.

La Commissione Femminile, che ha trovato particolare risalto mediatico su Motitalia e sui social network FMI, richiederà ai Comitati Regionali un maggior numero di corsi dedicati alle donne. Inoltre ha l’obiettivo di creare un evento multidisciplinare ad esse totalmente dedicato.

Molti gli appuntamenti internazionali di Trial che attendono l’Italia tra il 2021 e il 2022. Inoltre l’attività giovanile sarà ancora al centro dei piani futuri vista la crescita degli atleti di prospettiva. Come in altre discipline, anche in questo caso il rapporto con le famiglie è di primaria importanza. Si è ricordato come nel 2020 il trial non sia mai stato fermo grazie all’iniziativa TrialPlay durante il lockdown; la ripresa dei campionati è stata poi molto importante per i Comitati Regionali. Nel tricolore è stato apprezzato il format Hard Trial di alcuni appuntamenti. Al termine dell’intervento, si è evidenziata l’importanza delle aree e dei percorsi autorizzati Trial, una risorsa per avvicinare nuovi appassionati alla disciplina.

Il Dipartimento Innovazione e Strategie di Sviluppo ha mostrato numeri rilevanti: 32.000 le iscrizioni pervenute quest’anno su SIGMA mentre su MyFMI sono 60.000 i Tesserati registrati, contro i 40.000 del 2019. Prossimamente vi saranno novità per agevolare il lavoro dei Commissari di Gara e relativamente all’inserimento dei Regolamenti Particolari. Inoltre saranno più evidenti i criteri per potersi iscrivere nelle classi delle varie categorie.

Molto positiva la stagione Quad. Relativamente al Quadcross si stanno risolvendo i problemi degli allenamenti di questi mezzi mezzi all’interno dei crossodromi. Bene anche il Racing Quad, con il Trofeo Sud che ha avvicinato alla disciplina i Tesserati delle regioni meridionali. Ottimo il 2020 dei Sidecar vista la presenza di grandi piloti stranieri nel tricolore. Molto positiva anche la stagione del Motorally, in cui si pensa di creare iniziative dedicate a persone che viaggiano esclusivamente seguendo le tracce Gps.

Mototurismo: all’attesa flessione del numero di manifestazioni turistiche 2020, ha fatto da contraltare l’alto numero di gite sociali organizzate negli ultimi mesi. Altro aspetto positivo, la riuscita salvaguardia dei Campionati Italiani Motoraid e Turismo. Per il 2021 vi è un grande numero di richieste di manifestazioni.

La Commissione Sicurezza sta completando i dati relativi al 2020, non essendosi ancora concluse tutte le competizioni. Alla conclusione del mandato è quindi possibile, per la prima volta, “misurare” in maniera obbiettiva le criticità rilevate nelle manifestazioni FMI così da poter avviare interventi migliorativi sia di prevenzione che di protezione. L’obiettivo rimane quello di un’ulteriore riduzione del tasso di incidentalità. Anche il progetto Prima licenza costituirà una ulteriore misura di prevenzione.

La prima storica stagione di E-Bike è stata molto soddisfacente, con una media di 25 piloti nelle gare di cross e 23 in quelle dell’Enduro. Diverso il format delle competizioni Urban che hanno avuto ottimo riscontro. Non solo numeri positivi, ma anche feedback di apprezzamento da parte dei piloti. L’obiettivo per il futuro è allargare la base, anche verso i giovani, e poter così coinvolgere il Settore Tecnico.

Nonostante le criticità legate al Covid-19, il Gruppo Ufficiali Esecutivi ha portato a termine il 99% dei corsi di formazione programmati per gli Addetti alle Manifestazioni, di cui 16 per Addetti alla Zona Trial e 46 per Addetti al Percorso Fuoristrada/Velocità, per un totale di 1792 unità. Nel quadriennio 2017-2020 sono stati organizzati 241 corsi per un totale di 7310 Addetti alle Manifestazioni. Per quanto riguarda la formazione dei Direttori di Gara, nel quadriennio si sono svolti 22 corsi di formazione su tutto il territorio nazionale ed è stato organizzato un bando Nazionale Utilizzando l’e-learning; ad oggi l’Albo GUE è di 246 unità. Inoltre è stato posto l’accento sull’importanza della corretta preparazione dei regolamenti regionali e sul prosieguo della collaborazione con i Medici di Gara.

La riunione del Settore Tecnico Sportivo si è conclusa preannunciando l’obiettivo di lavorare sugli e-games, un’ulteriore via per avvicinare i giovani al motociclismo.