Supermarecross. A Maccarese ridono Scuteri e Del Coco; Galizzi e Ghizzo campioni Quad thumbnail

Supermarecross. A Maccarese ridono Scuteri e Del Coco; Galizzi e Ghizzo campioni Quad

Emilio Scuteri e Matteo Del Coco sono i grandi protagonisti della terza prova degli Internazionali d’Italia Eicma Supermarecross, corsa oggi sul lungomare di Maccarese, a due passi da Roma. In una giornata sferzata da un vento freddo, il calabrese e il pugliese portano a casa il successo rispettivamente nella Mx1 e nella Mx2 e allungano in testa alla classifica di campionato.

Emilio Scuteri (Honda – Lion Montegranaro) ripete le vittorie di categoria già conseguite nel weekend di Rosolina e condisce il tutto con il successo netto anche nella finale Supercampione. Meno fortuna per Giovanni Bertuccelli (KTM – Pardi), primo in gara-1 e poi costretto al ritiro per una caduta proprio mentre duellava con Scuteri. Con il campione in carica fuori causa, sul podio della Mx1 accanto al vincitore salgono Gianluca Di Marziantonio (KTM – Dmx Motorsport) e Alfredo Memoli (Honda – Salerno).

Grande battaglia nella classe 300 2 tempi, che corre all’interno della Mx1, con Jimmy De Nicola (TM – Pardi) che batte di un soffio il padrone di casa Luca Milani (KTM – Milani), mentre Luciano Blanchi (KTM – Fba Powersports) completa il podio.

Per Matteo Del Coco (KTM – Pardi) in Mx2 una gara da padre padrone, con pole position, due vittorie di manche e secondo posto (ma primo di categoria) nella Supercampione. Raffaele Giuzio (Husqvarna – Cairatese) si aggiudica la piazza d’onore con prove grintose, mentre il capoclassifica uscente Giuseppe Tropepe (Husqvarna – Cumaricambike) è rallentato dalle cadute, che lo limitano al terzo posto di giornata.

Nella 125 si conferma Alfio Pulvirenti (KTM – Milani), ancora vincitore di entrambe le manche con ampio margine su tutti gli avversari. Alle sue spalle grande prova di Simone D’Agata (Husqvarna – Sicilia), che precede Fabiomassimo Palombini (Gas Gas – Gaerne).

Stesso nome al vertice anche tra i minicross. L’ungherese Noel Zanocz (Husqvarna) vince tutte e due le manche e