Supermarecross. Bertuccelli imprendibile nell’ultima prova a Giardini Naxos


Il consueto bagno di folla ha salutato l’ultima prova del Supermarecross nella splendida cornice della baia di Giardini Naxos, in provincia di Messina.A festeggiare più di tutti è stato Giovanni Bertuccelli (Honda – Pardi), che ha scatenato il sostegno dei numerosi fan accorsi sul tracciato allestito dal moto club Taormina New vincendo la MX1 e la Supercampione. Il messinese ha conquistato il nono titolo della sua carriera.

Bertuccelli è stato “pauroso”, proprio come lo hanno definito i tifosi con uno striscione, e nella MX1 ha rifilato distacchi siderali a tutti gli avversari, capeggiati da Alessandro Lentini (TM – Valturano), secondo in gara e in campionato. Alessio Panarello (Honda – Berbenno) ha chiusp la stagione con la grande soddisfazione di un podio, che gli ha consegnato anche il terzo posto in campionato.

Nella Mx2 Matteo Del Coco (KTM – La Rocca) ha vinto anche a Giardini Naxos riuscendo nell’impresa di spodestare il campione uscente Antonio Mancuso (TM – Berbenno), terzo nella tappa siciliana. A inserirsi tra i duellanti è stato il portacolori del sodalizio locale Manfredi Caruso (Husqvarna – Taormina New), autore di una grande prova. Gioele Palanca (Husqvarna – Suasa), quarto a Giardini Naxos, si è classificato terzo in campionato.

Il duello della classe 125 tra Raffaele Giuzio (KTM – Cairatese) e Andrea Rossi (KTM – Fiamme Oro) ha premiato il pilota lombardo, che si è aggiudicato così il campionato. A precedere i due contendenti nella sfida finale è stato però Giuseppe Arangio Febbo (Husqvarna – Diana Mx), autore di una grande doppietta. Terzo in campionato, Michele Gaballo (TM – Errico Racing).

Alfio Samuele Pulvirenti (KTM – Palermo) è stato il dominatore della gara dei Minicross, davanti ai due migliori Junior Gennaro Utech (KTM – Sicilia Racing) e Pierpaolo Mosca (KTM – Sicilia). Pur non partecipando alla gara messinese, Valerio Lata (KTM – Tuscia Racing) si è aggiudicato il titolo, grazie anche al fatto che a Giardini Naxos è stato assente pure il secondo in classifica, Giovanni Lippolis.

Sul piano organizzativo, la tappa del Supermarecross in Sicilia ha rappresentato una novità assoluta. Il giorno precedente la gara, sulla stessa pista, si è disputata una prova di campionato regionale, che ha visto la partecipazione di oltre 80 piloti. Un esperimento riuscito, che potrà essere riproposto anche nelle altre regioni in cui si svolge il campionato su sabbia. Con le bandiere a scacchi sulla baia di Giardini Naxos si è chiusa la stagione agonistica 2019 di FXAction, promoter del campionato. Il prossimo appuntamento è per le premiazioni ufficiali dei campioni italiani, in programma l’8 novembre a Milano, nell’ambito di Eicma.

Leggi anche altri articoli su Motocross o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer