Home Enduro Viverone pronta ad ospitare 322 piloti del Campionato Italiano Under23/Senior

Viverone pronta ad ospitare 322 piloti del Campionato Italiano Under23/Senior

89

E’ tutto pronto per un altro weekend da record al Campionato Italiano Enduro 2019: dopo l’ottimo inizio di stagione del tricolore Major, anche per i ragazzi dell’under23/Senior la stagione 2019 prosegue il suo trend positivo con ben 322 piloti iscritti a questa seconda tappa. Passato la splendida prova d’apertura dello scorso 17 marzo a Cala Gonone (NU), il campionato riservato ai ragazzi dai 14 ai 34 anni approda sullo sponde del lago di Viverone domenica 7 aprile per il secondo round.

Viverone, in provincia di Biella, è da anni protagonista del campionato nazionale con l’organizzazione di diverse manifestazioni, tra Assoluti d’Italia, Trofeo delle Regioni e, per l’appunto, Under23/Senior, grazie all’impegno e alla passione del Moto Club Azeglio, sempre in prima linea per regalare gare impegnative e divertenti ai partecipanti.
Anche per quest’anno, dopo la splendida prova degli Assoluti d’Italia-Coppa FMI/Coppa Italia Maxxis organizzata nel 2017, i ragazzi di Germano Pattono, coadiuvati da Giampiero Giacchero, hanno preparato un percorso e due prove speciali selettive. I riders al via si cimenteranno in un Enduro Test, situato nel primo settore, ed in un Cross Test, valido come sempre per il Trofeo Airoh, nel secondo. Una volta lasciata la pedana di partenza, situata lungo il lago di Viverone, i piloti si immetteranno nel trasferimento che li porterà, dopo circa 20 minuti, alla prova in linea, caratterizzata da sottobosco e fondo di pietre. Terminato l’Enduro Test (tempo di percorrenza medio di 7 minuti), un secondo trasferimento accompagnerà i partecipanti a Zimone per il C.O. di assistenza. Terminato il rifornimento, si affronterà un tratto impegnativo e spettacolare di trasferimento sulla cresta della montagna prima di spalancare il gas all’interno dell’Airoh Cross Test; conclusi i cinque chilometri di prova speciale i piloti rientreranno al Paddock per la conclusione del giro. Il tutto sarà ripetuto per tre volte.

Il tracciato e le prove speciali saranno determinati per le sfide di campionato che, dopo la prima prova sarda, sono ancora tutte aperte. I leader delle varie categorie dovranno difendere il proprio primato in terra piemontese. Gli avversari sono pronti a conquistare punti preziosi per ridurre il gap che ora li separa dalla vetta della classifica.

Leggi anche altri articoli su Enduro o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer


Federazione Motociclistica Italiana