Will Ruprecht domina la prima giornata di Custonaci thumbnail

Will Ruprecht domina la prima giornata di Custonaci

È stato l’australiano Will Ruprecht, in sella alla TM 300 4T del Team Boano, a conquistare una netta vittoria nella prima giornata degli Assoluti di Enduro a Custonaci (TP). La manifestazione, valevole come seconda prova di Campionato è partita alle ore 8:30 dal palco allestito, dal Motoclub Custonaci, nella zona industriale dell’omonimo paese. A dare lo start sono stati l’Assessore regionale Territorio e Ambiente, Salvatore Cordaro, ed il sindaco di Custonaci Giuseppe Morfino che hanno, quindi, dato inizio alla lunga ed emozionante giornata di gara augurando agli organizzatori che: “Si possa arrivare ad organizzare una gara di Mondiale su questi meravigliosi percorsi”.

I 163 partenti hanno effettivamente trovato dei percorsi davvero meravigliosi con panorami mozzafiato che li hanno accompagnati per quasi 200 km totali e 12 speciali. Il giro a otto, preparato dagli uomini del presidente Alfredo Castiglione, prevedeva due C.O., situati presso il paddock assistenza, e tre prove speciali; la prima P.S. che hanno affrontato gli enduristi è stato l’Enduro Test, dopo circa cinque minuti dallo start. La linea, in località Cucchi, a detta dei piloti è stata la speciale più completa e divertente: non solo pietre e sottobosco a caratterizzare l’enduro test ma anche il viscido creatosi per la forte umidità notturna. Terminata la prova, un lungo trasferimento riportava gli atleti al paddock per la sosta di metà giro prima dall’insidiosissima Estrema che ha visto come protagonista assoluto il britannico della Betamotor Brad Freeman, il quale è cosi balzato al comando dello speciale trofeo atto a decretare il migliore della stagione in questa temutissima tipologia di P.S.. L’ultima speciale ad essere percorsa dagli atleti è stato il fettucciato. L’Airoh Cross Test presentava un fondo in terra rossa duro, con poche pietre fisse; più veloce di giornata è stato il vincitore assoluto Will Ruprecht. Il primo sole primaverile non è bastato a riscaldare piloti e accompagnatori che, in questa prima gara della tappa siciliana, hanno dovuto fare i conti con un fastidioso vento rinforzatosi con il passare dei giri, proprio come il distacco del vincitore di giornata. L’australiano è riuscito a prendere il comando fin dal primo giro e, mantenere la testa della classifica per tutto il giorno, eccezion fatta dopo la seconda speciale in cui, complice una scivolata nell’estrema, ha ceduto il passo al compagno di Team Macoritto.

Team Boano che non si accontenta solo della prestazione assoluta di Ruprecht ma mette in mostra anche il poliziotto Matteo Cavallo, secondo assoluto e vincitore di tre speciali. Il pilota delle Fiamme Oro vince la classe 250 4t che non vede cambiare l’ordine d’arrivo dei pri