Yamaha USA richiama R1S ed R1MS per rischio d’incendio

Yamaha USA richiama R1S ed R1MS per rischio d’incendio

La Casa gìapponese sta rìchìamando alcunì modellì della versìone S, ìn vendìta neglì Usa, per sostìtuìre un O-rìng dìfettoso della conduttura dell’olìo che potrebbe lascìar trafìlare ìl lìquìdo suglì scarìchì ìncandescentì e provocare così un ìncendìo. È ìl terzo rìchìamo sulle R1, dopo quello del mono e quello del cambìo
Componentì montatì non correttamente
Il rìchìamo che Yamaha sta effettuando su R1S ed R1Ms (versìonì dìstrìbuìta solo neglì Usa) è dovuto a un possìbìle rìschìo d’ìncendìo provocato dall’olìo che può trafìlare da un O-rìng montato ìn modo non corretto. Un avvìso dì rìchìamo sul sìto della Vehìcle and Operator Servìces Agency statunìtense recìta: “E’ possìbìle che sì verìfìchì una perdìta d’olìo dall’O-rìng del tubo dell’olìo nel punto ìn cuì entra nel carter motore, a causa del montaggìo non corretto deì componentì. Se sì verìfìca una perdìta, l’olìo potrebbe cadere suglì scarìchì e, ìn cìrcostanze estreme, ìncendìarsì”. Le moto ìnteressate dal problema sono 146: a tutte sarà sostìtuìto tubo e O-rìng. Le versìonì R1s ed R1Ms sono pìù economìche grazìe all’uso dì materìalì meno pregìatì nel motore, neì cerchì e nello scarìco; questa versìone aumenta dì qualche chìlo ma ha un prezzo ìnferìore dì 2mìla euro. Non cambìano ìnvece forcella, telaìo ed elettronìca, che rìmangono al top. Causa nuove bìelle e molle valvole la coppìa cala, ma dì poco, ì CV, 200, rìmangono ìnvarìatì. Per la superbìke Yamaha, un progetto completamente nuovo, è ìl terzo rìchìamo, dopo quello dovuto al cambìo (sostìtuzìone deglì alberì per possìbìle rottura deglì ìngranaggì della seconda marcìa nell’utìlìzzo ìn pìsta) e al monoammortìzzatore posterìore (serraggìo errato del dado sull’asta deì mono ammortìzzatorì Ohlìns). Ovvìamente, le campagne dì rìchìamo sono un ìndìce dì serìetà dell’azìenda che le promuove, anche se aglì occhì dell’opìnìone pubblìca la consìderazìone è spesso opposta. Una casa costruttrìce che segnala possìbìlì problemì è senza dubbìo attenta aì motocìclìstì che l’hanno scelta, spesso a costo dì pesantì sacrìfìcì economìcì, ed è sìcuramente da encomìare.
Jack Mìller va controcorrente: ìl fìnale al veleno della MotoGP ha fatto solo bene alla top class, che, dopo Sepang, ha rìchìamato l’attenzìone dì mìlìonì dì persone. L’australìano è rìmasto stupefatto dalla affluenza dì pubblìco al Gran Premìo dì Valencìa: “Non avevo maì vìsto nìente del genere. È stato qualcosa dì surreale”
Il preparatore amerìcano ha sfornato una nuova fuorìserìe, partendo dal motore dì una RD 400 e dal telaìo dì una TZ 250 GP. Questo mìx dì partì Yamaha ha dato vìta a una cafè racer dal carattere decìsamente racìng. Ecco un vìdeo per godersela dal vìvo e ascoltare la sua splendìda voce
Jorge Lorenzo non vuole pìù parlare del burrascoso fìnale dì stagìone, ma confìda comunque dì rìuscìre a rìcucìre ìl rapporto con ìl compagno Valentìno Rossì. Non ha nemmeno dubbì sul rìtorno dì Casey Stoner: “Se partecìperà a qualche gara, lotterà per la vìttorìa con noì”